Comprare vino

Comprare il vino è un gesto che compie tantissima gente tutti i giorni. Normalmente ci si rivolge a produttori conosciuti, con una spesa media di pochi euro a litro, ma i vini di pregio hanno il loro mercato. Il vino di grande qualità ha un prezzo superiore e viene acquistato per le occasioni speciali. Rimane comunque una grande passione per il vino tra gli italiani e in molti curano personalmente le proprie cantine e cercano sempre di tenerle aggiornate e ricche di alternative.La scelta del vino dipende da tanti fattori. Prima di tutto occorre capire le esigenze di acquista. Se si vuole acquistare un vino da consumare tutti i giorni a pasto i può andare sul sicuro spendendo poco acquistando vino sfuso da produttori locali o nelle cantine. Le cantine presentano spesso tante varietà di vini e varie fasce di prezzo. Per la scelta del vino non può prescindere dalla lettura dell’etichetta. Ogni consumatore ricerca la massima qualità possibile e una delle migliori garanzie possibili è basarsi sulle informazioni presenti in quella che si può definire la carta d’identità del vino. Già alle fasce di prezzo più basso si possono trovare degli ottimi IGT, ... continua

Articoli su : Comprare vino


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Acquistare vini in internet

      vino internet Il vino ha ormai una diffusione nel mercato sempre più capillare e uno dei canali più utilizzati neg
    • Cantine aperte

      logo La manifestazione cantine aperte si svolge ogni fine maggio ormai da quasi 20 anni ed è promossa dal
    • Il trasporto del vino

      bicchiere rosso Ormai i vini vengono commercializzati in tutto il mondo. E’ impensabile nell’era moderna che un vino
    • Il vino del contadino

      damigiane Per vino del contadino si intende un vino realizzato in modo artigianale, senza l’uso di sostanze ch
    • Il vino sfuso

      bottiglia Comprare il vino sfuso è un altro tema molto dibattuto e controverso in cui si contrappongono due vi
    • Imbottigliare il vino sfuso

      tappi Strettamente collegato al tema della vendita del vino sfuso vi è quello dell’imbottigliamento. Il vi
    • L'ultima moda dei Wine Bar

      I wine bar stanno diventando sempre più numerosi in tutte le città italiane. La moda che è esplosa a
    • La grande distribuzione

      scaffale vino Uno dei canali di vendita e di acquisto di vino è la grande distribuzione. Anzi, dal punto di vista
    • Le cantine

      cantina Le cantine sono quei luoghi un cui le aziende producono il proprio vino. In molti casi si parla dell
    • Le enoteche

      vino L’enoteca svolge tradizionalmente un ruolo importantissimo e può essere paragonata a una vetrina dei
    • Vino economico

      Vino economico Il vino per molte persone è un piacere quotidiano da gustare a pranzo e a cena. Un bicchiere a pasto
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , per prezzi anche al di sotto dei 5 euro.

      Se si desidera una qualità superiore ci si può con facilità basare ancora sulla denominazione. I vini DOC e DOGC, con il rispetto di metodi di produzione e con la certezza della loro provenienza sono delle garanzie assolute. Di questi vini si conoscono anche le uve utilizzate per produrli.

      Le etichette servono anche ai meno esperti per comprendere le caratteristiche del vino. Come sappiamo il giusto abbinamento con il cibo è molto importante e quindi conoscere qualche informazione in più sul prodotto che si va ad acquistare è un bene. Inoltre se si hanno dei contatti direttamente con i produttori si possono chiedere direttamente delle informazioni. Naturalmente l’esperienza è un fattore molto importante perché il gusto personale incide moltissimo sulle scelte. Assaggiare diversi vini è uno dei metodi migliori per farsi una idea precisa di cosa acquistare. Per questo esistono sagre e esposizioni in cui ci si può facilmente informare e prendere contatti.

      I vini hanno dei prezzi che variano tantissimo si va da 2 – 3 euro a oltre i mille dei pezzi più pregiati in assoluto. Volendo tralasciare i casi estremi le fasce possono essere suddivise in modo da considerare i vini che costano fino a 5 euro. In questa fascia di prezzo si possono trovare anche vini di buona qualità. Salendo di poco fino a un limite di 10 euro si incontrano anche dei vini DOC e nomi conosciuti come il Cabernet Sauvignon, lo Chardonnay, entrambi abbastanza giovani. Salendo ancora di prezzo possiamo considerare la macroclasse 10 – 20 euro, in cui si trovano vini simili a quelli della classe precedente, ma decisamente più maturi. Si trovano anche dei buoni DOCG come il Chianti Classico. Quando le cifre da spendere superano i 50 euro ecco che abbondano i vini DOCG di grande qualità e si possono trovare facilmente anche i formati magnum da 150 cl. Vini di ottimo livello come l’Aglianico del Vulture o l’Amarone della Valpolicella si collocano proprio in questa fascia di prezzo. Si possono fare poi tantissime suddivisioni, oltre i 100 euro, oltre i 300 euro, è molto difficile fare una classificazione netta e che valga per tutti. A livello internazionale i vini oltre i 50 dollari sono denominati Luxury. Si possono citare ora alcuni vini dal prezzo molto elevato che supera i 1000 euro. Si tratta soprattutto di champagne delle famose marche che propongono i propri prodotti a queste cifre considerevoli. Oppure si trovano vini di annate particolari, delle bottiglie da veri collezionisti.Esiste una grande varietà di luoghi in cui acquistare una bottiglia di vino. Il luogo più classico è chiaramente l’enoteca, luogo specializzato e deputato a questo scopo. In questi anni si stanno diffondendo le enoteche-locale dette wine bar in cui si possono acquistare le bottiglie di vino e passare la serata. Molto comune è compare il vino presso le cantine locali, che presentano tante specialità regionali e che hanno sempre la fiducia dei consumatori. Le tante manifestazioni e gli eventi enogastronomici sono un’altra interessante alternativa per chi vuole scoprire nuovi prodotti e acquistare il vino desiderato, potendo entrare in contatto con i produttori. Non si può certo scordare la grande distribuzione classica, ovvero i supermercati , che pur non essendo molto apprezzati dai puristi presentano, però una buona varietà di vini e una offerta valida per tutte le tasche. Infine si può presentare una delle mode del momento, ovvero il turismo enogastronomico. Abbinare il viaggio e la vacanza con la scoperta di nuovi produttori di vini è un’ottima idea. I turisti si recano direttamente dai produttori e possono informarsi e degustare i vini da acquistare creando anche un rapporto di fiducia. Sempre di più si stanno diffondendo i mercati a km 0 in cui i produttori vendono direttamente ai consumatori, anche questa possibilità non è da trascurare, per riscoprire le tradizioni locali.