Vino bianco trentino-alto-adige

Il Trentino Alto Adige è famoso per la sua grande produzione di vino rosso, ma il maggior merito va a quelli bianchi, che sono eccellenti e che beneficiano del clima fresco capace di conferire una piacevole e vivace nota acida.

Per quanto riguarda la produzione vitivinicola si suole dividere la regione in due zone distinte: la zona meridionale in cui è prevalente una produzione di vini rossi provenienti dalle uve Teroldego. Protagonista assoluto di questa area geografica è il Marzemino.

Nella dominazione Trento Doc, invece, si registra una forte produzione di vini spumante metodo classico.

Fra le uve a bacca bianca del Trentino è opportuno ricordare quella da cui si producono vini bianchi e dolci, la più prestigiosa: la Nosiola. Questo tipo di uva produce interessanti e piacevoli vini secchi, tra cui il Vino Santo, caratterizzato da aromi di noce.

Grazie al clima fresco, ... continua


Articoli su : Vino bianco trentino-alto-adige


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Alto Adige o Südtirol o Südtiroler

      Scorci di panorama La zona di produzione del Alto Adige DOC, denominata anche Südtirol o Südtiroler per via della natur
    • Trentino

      Scorci del Trentino L'area di produzione del Trentino DOC comprende una vasta area in provincia di Trento, che comprende
    • Trento

      I vigneti di Ferrari La produzione del Trento DOC si svolge in larga parte della provincia di Trento, con la vinificazion
    • Valdadige

      Gli scorci del Trentino Il Valdadige DOC è prodotto in una vasta area che le province di Trento, Bolzano e tre comuni nella
    • Valdadige Terre dei Forti

      uno scorcio della Terra dei Forti La denominazione è inclusa nella più ampia regione autorizzata per il Valdadige DOC, da cui riprende
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , il Trentino Alto Adige presenta una variegata produzione di vini bianchi, da considerare i migliori in tutta Italia, caratterizzati dalla tipica e piacevole acidità arricchita dall'esuberante freschezza aromatica di fiori e frutti.

      Anche la produzione del vino rosso è di ottima qualità e tra questi possiamo citare il Pinot nero.

      In Trentino Alto Adige, essendoci un’ ottima produzione di vini ed essendo anche di ottima qualità, è normale notare la presenza di molti vini DOC, DOCG e IGT.

      Ecco l’elenco dei vini DOC: Alto Adige, Caldaro, Casteller, Toreldego Rotaliano, Trentino,Trento e Valdadige e Sylvaner.

      Tra i vini IGT, citiamo: Atesino delle Venezie, Delle Venezie, Mitterberg e Vallagarina.

      Il Sylvaner è un vino molto amato perla sua ricchezza di profumi e per la sua eleganza che gli consente d essere proposto per dei pranzi importanti.

      L’origine di questo vino è Mitteleuropea, probabilmente austriaca o, come credono altri, proviene dalla Romania, più precisamente dalla Transilvania.

      Il Sylvaner approdò in Trentino intorno agli inizi del ‘700 ed è coltivato tutt’oggi nella fascia geografica DOC denominata Alto Adige Valle Isarco. Del resto tutta la viticoltura della regione ha origini antiche ed era fiorente già quando giunsero i romani a darvi un nuovo impulso.

      Il Sylvaner è prodotto soprattutto nella Valle d’Isarco, la zona in cui si producono esclusivamente vini bianchi, ad eccezione del rosso Klausner Leitacher.

      Il vino ha un colore paglierino tendente al verdino, con un profumo delicato, gradevole e caratteristico. Il suo sapore è secco e fruttato. È un vino fresco con un tasso alcoolico minimo di 10,5% vol, Va bevuto entro i primi due anni di vita a 8°C.

      Molto apprezzato come aperitivo e si sposa bene con antipasti leggeri,, asparagi, pesce bollito e alla griglia.

      La Nosiola è una varietà autoctona italiana situata tra Valle dei Laghi lungo il fiume Sarco fino all'estremità nord del lago di Garda e sulle colline di Pressano, a circa dieci chilometri da Trento.Il nome Nosiola deriva da nosela, un termine dialettale che significa nocciola selvatica, che è poi l'aroma dominante nei vini fatti con questa varietà. Essendo molto sensibile al clima, esistono molte varietà del Nosiola.

      La sua acidità lo propone come ottimo candidato per la produzione di spumanti, Alcuni produttori hanno anche optato di far fermentare questa varietà nel legno, con livelli di successo che variano da uno all'altro. Anche il Vino Santo è un passito a base di Nosiola, fatto invecchiare per tre anni e con una gradazione alcoolica pari a 16% vol. L'area di produzione di questo vino è limitata ai comuni di Arco, Calvino, Cavedine, Drena, Dro, Lasino, Nago-Torbole Padergnone, Riva del Garda, Tenno e Vezzano.

      Il Pinot Bianco Altoatesino è prodotto in due aree geografiche vitivinicole: Alto Adige e Terlano. Il Pinot bianco Alto Adige è un vino garbato, che va servito a 10-12°C e accompagna antipasti di pesce, filetti di triglia al verde, calamaretti farciti. Si sposa bene con primi piatti come il risotto alla pescatora, linguine al ragù di mare, zuppe di rane, tortelli di bietole. Per quanto riguarda i secondi piatti, i migliori abbinamenti avvengono con dentice al forno, sarago al cartoccio, filetti di orata grigliati con verdure miste. Esiste anche l’Alto Adige in versione spumante con spuma fine e resistente. Va servito a 8°C come aperitivo o con cappesannte gratinate,fritto misto di pesce e tempura. Il Pinot Bianco Terlano si serve a 10°°C e si abbina con pesce spada, sashimi, code di gamberi a vapore. La varietà classi cava servito a 10-12°C con zuppa di vongole veraci, aragosta bollita al burro fuso agliato, risotto ai calamari, dentice all’acqua pazza. Il Terlano spumante va servito a 8°C come aperitivo e/o per accompagnare antipasti ai frutti di mare, meglio crudi, capelle di funghi porcini impanate e fritte, melanzane fritte, sogliole al burro e tortella di mandorle.