Vendita vino bianco

Per il vino bianco valgono regole che tutto sommato sono simili a quelle esposte per i rossi. Una differenza fondamentale è che per il vino bianco l’offerta è quantitativamente inferiore, anche se in crescita. I canali di vendita tradizionali sono sempre gli stessi, con le enoteche in testa, alcune delle quali specializzate nei vini più rari e pregiati. Poi le cantine e la grande distribuzione continuano ad avere sempre un ruolo rilevante. Anche per il vino bianco si sta aprendo un vastissimo mercato nei siti internet dedicati al vino. Le enoteche on-line e i siti di ricerca dei vini possiedono sempre un assortimento più ampio di vini bianchi nelle sue diverse origini e caratteristiche. Questo prodotto, infatti, è sempre più richiesto e apprezzato dai consumatori.Come anticipato il vino bianco venduto attraverso la rete sta crescendo notevolmente. Le enoteche che vendono in internet hanno delle offerte complete, ... continua

Articoli su : Vendita vino bianco






prosegui ... , con i vini bianchi, gli spumanti e gli champagne. I vini bianchi possono essere scelti usando i soliti criteri del prezzo, se si vuole spendere una cifra precisa e non sforare il proprio limite di spesa. In base alla qualità del vino da acquistare si può scegliere un sito piuttosto che un altro. Alcune enoteche on-line, infatti, non presentano dei vini molto cari e si concentrano su quelli più accessibili. Se si sceglie il criterio di ricerca basato sulla Regione si noterà subito come il Trantino Alto Adige la faccia da padrone grazie al suo famosissimo vino bianco Gewurztraminer proposto in tantissime versioni e a prezzi molto diversi. Altre regioni molto produttive sono il Veneto e la Sicilia. Alcuni siti sono in grado di dare una buona paronimica anche sui vini stranieri e francesi in particolare.

Se si cerca un vino in particolare la ricerca è semplice e si consiglia di effettuare una panoramica su più siti per valutare le offerte, oppure più semplicemente navigare nei siti che riassumono le migliori offerte delle varie enoteche on-line. Il vantaggio dell’acquisto on-line è quello di visitare tante enoteche in poco tempo, qualcosa che non si avrebbe mai il tempo di fare nella realtà, o che sarebbe troppo dispendioso. Il vantaggio va dunque sfruttato al meglio per poter rendere questo metodo davvero conveniente rispetto a quelli tradizionali.

Anzitutto occorre dire che ognuno ha le sue esigenze e le sue preferenze quindi è difficile offrire delle valutazioni oggettive sulla qualità del vino da scegliere. Indubbiamente si possono fare delle valutazioni sui prezzi e sulle offerte. Come per qualsiasi altro prodotto a parità di qualità si può fare una scelta basandosi sul prezzo inferiore o sul minore tempo di consegna.

Se non si è certi del vino da acquistare si possono considerare come delle garanzie i vini bianchi più conosciuti, ad esempio quelli realizzati dai vitigni Chardonnay o Sauvignon. Di questi due tipi di vino si trovano davvero molte bottiglie in tutte le enoteche on-line, ovviamente non sono tutte uguali, ma esistono i vini DOC, IGT, DOCG che hanno prezzi diversi e diverse combinazioni di uve. Chi vuole puntare al massimo della qualità potrà orientarsi sui DOCG. Si possono però trovare degli ottimi Sauvignon con denominazione DOC a poco più di 10 Euro senza per questo perdere eccessivamente in qualità. Molto diffuso tra le enoteche in rete è anche il Pinot proveniente da diverse regioni e da produzioni che possono vantare la denominazione DOC.

L’acquisto di più bottiglie consente in molti casi di risparmiare qualcosa, ad ogni modo, i prezzi abbastanza favorevoli e la comodità dell’acquisto permettono di comprare diversi tipi di vino in modo da poter dare anche una valutazione reale dei prodotti. Inoltre ogni vino viene brevemente descritto nelle sue caratteristiche principali. Queste descrizioni possono aiutare i consumatori ad orientarsi nella vasta offerta.

Il sistema di pagamento non cambia rispetto ai vini rossi, tutti i siti permettono di pagare con carta di credito, contrassegno, bonifico oppure con Paypal.

Le uve a bacca bianca più famose sono state già citate e sono quelle su cui il consumatore, anche meno esperto, può puntare per acquistare un buon vino. Chardonnay e Sauvignon non hanno bisogno di presentazioni, sono molto conosciuti e vengono utilizzati in numerosi vini anche in Italia, in alcuni casi le uve di queste vigne vengono combinate insieme per un prodotto finale molto apprezzato. Il Traminer ha ormai raggiunto una popolarità straordinaria quindi orientarsi su un vino di questo tipo è sempre una buona idea. Un vino bianco meno diffuso, ma molto considerato è il vermentino di origine sarda, ma anche ligure, che può essere una bella alternativa ai vini bianchi più conosciuti. Il Pinot Bianco è l’altro vigneto di grande storia, molto utilizzato per produrre vini bianchi DOC sia da solo che in combinazione con altri tipi di uve. Le enoteche on-line hanno a disposizione anche tanti altri vini su cui si può sapere di più leggendo le descrizioni riportate.