Uva del deserto

L'uva del deserto

L'uva del deserto è il nome che molti danno al frutto del Litchi, che nulla ha a che vedere con la vitis vinifera, ma da cui si producono essenzialmente molti succhi e distillati, molto in voga in alcuni paesi europei come la Francia. Questi succhi e distillati vengono ottenuti dal frutto di un albero, originario della Cina tropicale e, quindi, nemmeno propriamente inerente al deserto. Le prime testimonianze storiche scritte infatti risalgono alla Cina del 1000 dopo Cristo. Il frutto fu poi importato in tutto il sud est asiatico e successivamente, alla fine del Settecento, in Europa e nelle Americhe. In Italia la sua coltivazione è diffusa particolarmente nelle due isole maggiori e in Calabria, segno evidente che l'albero può crescere anche in aree non del tutto tropicali e anche leggermente aride. Sembra comunque che la tradizione pone quest'albero allo stato selvatico già sfruttato dalle corti imperiali cinesi secoli prima dell'anno zero.
litchi

Lampada Reptile Spiral Nebula UVB 5.0 - Lampadina compatta che emette raggi UVA e UVB, a basso consumo (26 watt)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,98€


L'albero del Litchi

albero del Litchi L'albero del Litchi è un sempreverde alto tra i 10 e i 15 metri, con una folta chioma globosa che fiorisce con bei fiori bianchi di circa 5 centimetri. I frutti sono più o meno delle stesse dimensioni, con una buccia rugosa e spessa che protegge la polpa. Fa parte della famiglia delle Sapindaceae, composta solo da questo gruppo. Oltre al suo valore nutritivo, in Cina viene coltivato anche per motivi estetici, grazie alle belle infiorescenze e alla loro profumazione. Infatti viene indicato anche con il sopranome di "ciliegio cinese", attestante proprio queste sue caratteristiche. La sua coltivazione è comunque caratteristica dei paesi caldi, in quanto non resiste a temperature inferiori allo zero. Oggi inoltre è molto più adattato ai climi temperati, che a quelli tropicali, mostrando rese elevate in assenza di umidità, nonostante richieda innaffiature abbondanti e regolari. Il suo clima ideale è quindi quello del limone, ma in Italia non ha la stessa popolarità.

  • concimazione primaverile La vite si nutre, come qualsiasi altra pianta, attraverso i sali minerali e gli elementi organici presenti nel terreno ed assorbiti tramite le radici, l'organo della pianta preposto all'assimilazione ...
  • Groppello Il Groppello è un vitigno a bacca rossa autoctono del Lago di Garda, dove era conosciuto già in epoca romana tanto da essere descritto sia da Virgilio che Plinio il Vecchio, ma anche da numerosi altri...
  • Malvasia del Lazio La Malvasia del Lazio è un vitigno a bacca bianca che, come è facile intuire, fa parte della famiglia della Malvasie, uno dei vitigni più antichi e anche coltivati in Europa e specialmente in Italia. ...
  • Malvasia Nera di Lecce La Malvasia è una famiglia di vitis vinifera composta da numerose varietà tra cui la Malvasia Nera di Lecce, un sottotipo autoctono del Salento con cui si vinificano interessanti vini rossi. Il nome g...

MclanZoo Fuil Time UVA Heat Light Bulb - Lampada faretto riscaldante diurno in più wattaggi (25)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,98€


Proprietà benefiche

Litchi Il litchi ha molte proprietà benefiche, dovute in particolare all'acido nicotinico, un vaso dilatatore naturale utile alla depurazione sanguigna e come antiossidante delle cellule. È quindi utile a combattere l'arteriosclerosi, mentre i minerali in esso contenuti come magnesio e potassio sono considerati un coadiuvante per la circolazione, in quanto mantengono elastiche le vene. Aiuta anche a combattere gastriti e colesterolo, dimostrandosi un efficace nutriente per i malati di colesterolo. Una sua assunzione fresca è consigliata, grazie al basso apporto di zuccheri, per fornire al corpo questi elementi benefici.


Uva del deserto: Ricette con l'uva del deserto

sorbetto Questo frutto può essere consumato al naturale, grazie al suo gradevole sapore, ma può essere utilizzato per la preparazione di numerose ricette, soprattutto di bevande. In primo luogo il litchi può essere usato per dare un tocco esotico alle macedonie. Infatti, il suo gusto delicato, si sposa bene con altri tipi di frutta come la mela, la banana, il kiwi. Inoltre, può essere usato per insaporire cocktail a base di spumante o di rhum. Può anche essere utilizzato per realizzare dei delicati sorbetti estivi. In quest'ultimo caso saranno necessari 700 gr di litchi freschi, opportunamente sbucciati; 200 ml di acqua; 100 gr di zucchero semolato; 2 albumi; un pizzico di sale. La ricetta prevede che il frutto venga frullato e che il composto venga passato al setaccio; nel frattempo è necessario far bollire lo zucchero nell'acqua per almeno 5 minuti e lasciar raffreddare. In una ciotola unire la purea di litchi e l'acqua con lo zucchero, mescolare e riporre in freezer per 3 ore (ricordandosi di mescolare ogni 15 minuti).A parte montare gli albumi con il sale e unirli al composto, continuando a sbattere con una frusta. Terminare riponendo in freezer per altri 20 minuti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO