Il Val Polcevera

Il Val Polcevera e le sue Zone di Produzione

Il Val Polcevera è un vino ligure che viene prodotto lungo le sponde del torrente Polcevera in provincia di Genova, in una fascia geografica che si estende nei comuni di Sant’Olcese, Serra Riccò, Mignanego, Campomorone, Ceranesi, Mele e dello stesso capoluogo. Il vino Val Polcevera è un vino rosso che ha ottenuto il titolo di riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata, meglio conosciuto con l’acronimo D.O.C. Il Val Polcevera consta di diverse tipologie e di diverse sottodenominazioni varietali, ognuna delle quali viene prodotta con una determinata quantità di uve. Esiste il Val Polcevera Rosso, per la cui produzione vengono utilizzate le seguenti uve nelle seguenti quantità: Dolcetto e/o Sangiovese e/o Ciliegiolo impiegate n una quantità pari ad un minimo del 60%, più l’eventuale aggiunta di Barbera.

Il Val di Porcera bianco viene prodotto con le seguenti uve nelle seguenti quantità: Vermentino e/o Bianchetta genovese e/o Albarola in una quantità che deve essere pari ad un minimo del 60% più l’eventuale aggiunta Pigato, Rollo e Bosco.

Il Val Polcevera rosato viene prodotto con le stesse uve nelle medesime quantità del Val Polcevera rosso. Per quanto riguarda le sottodenominazioni varietali, esiste il Val Polcevera Bianchetta Genovese e il Val Polcevera Vermentino che vengono prodotti con uve raccolte in una specifica area del comune di Genov, le quali hanno diritto alla indicazione della sottozona “Coronata”.

I terreni in cui vengono coltivati questi vigneti che danno vita al vino Val Polcevera sono caratterizzati da una buona esposizione ai raggi solari, in modo da garantire una giusta maturazione delle uve e sono assolutamente esclusi i suoli umidi e di pianura alluvionale.

Carta n. 23 Cinque Terre e Golfo del Tigullio 1:50.000. Carta dei sentieri e dei rifugi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,65€
(Risparmi 1,35€)


Il Val Polcevera e le sue Caratteristiche Organolettiche

Il Val Polcevera è un vino ligure che ha ottenuto il titolo di riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata, D.O.C. Questo vino consta di diverse tipologie, ma anche di due sottodenominazioni varietali. Ogni variante o tipologia del Val Polcevera ha delle proprie caratteristiche organolettiche che li differenzia l’uno dall’altro, ma non perde affatto le sue eccelse qualità e garantisce sempre una grande soddisfazione del palato nel momento in cui, esperti e non, lo degustano, soprattutto se abbinato alle giuste pietanze. Il Val Polcevera rosso può annoverare tra le sue caratteristiche organolettiche un colore rosso rubino più o meno carico, con un profumo lievemente vinoso. Il suo sapore è asciutto e mediamente corposo. La sua gradazione alcoolica è pari al 10,5%. La temperatura di servizio deve essere pari a 14-17°C, a seconda che sia Novello e Frizzante, o Fermo. Va accompagnato da pietanze quali salumi, coniglio, primi piati saporiti, salumi e formaggi poco maturi. Va degustato entro uno o due anni.

Il Val Polcevera bianco è un vino dal colore giallo paglierino più o meno carico, con un profumo persistente, delicato e con dei sentori floreali. Il suo sapore è asciutto, sapido ma anche vivace. La sua gradazione alcoolica deve essere pari a 8-13°C a seconda che sia Frizzante e Spumante, Fermo o Passito, Va accompagnato da pietanze quali minestroni, risotti con verdure, verdure ripiene, antipasti leggeri. È un vino che può essere degustato anche come aperitivo. Questo vino matura dopo un anno.

Il Val Polcevera Rosato è un vino dal colore rosato chiaro fino a rosso ciliegia, con un profumo ampio, intenso,persistente, con sentore di ciliegie e more. Il suo sapore è secco, sapido, lievemente tannico, anche vivace. La sua gradazione alcolica deve essere pari ad un minimo 10,5% vol. La temperatura di servizio deve essere pari a 12-14°C e va accompagnato da pietanze quali salumi liguri, frutta (melone, fichi), gnocchi al pomodoro e basilico. Il Val Polcevera Bianchetta Genovese è un vino dal colore giallo paglierino più o meno carico, il suo profumo è fine, delicato, discretamente persistente, con sentore di mela. Il sapore è secco, sapido, pieno.

La sua gradazione alcolica deve essere pari ad un minimo di 10,5°. Con uve raccolte in una specifica area del comune di Genova ha diritto alla indicazione della sottozona “Coronata” (con minimo 11°). Questo vino esiste in diverse tipologie: Tranquillo, Frizzante, Spumante. Va servito ad una temperatura ambiente pari a 8-13°C a seconda della tipologia. Per poter degistare al meglio le sue caratteristiche deve invecchiare almeno un anno e si sposa perfettamente con torte salate, piatti di pesce e risotto con verdure.

Il vino Val Polcevera Vermentino ha un colore giallo paglierino con dei riflessi verdognoli, ha un profumo fino e delicato, con sentore di fiori ed erbe. Il suo sapore è secco e sapido e anche armonico. La sua gradazione alcoolica deve essere pari a 1,5%vol. Con Uve raccolte in una specifica zona del comune di Genova ha diritto all’indicazione della sottozona Coronata, con una gradazione alcoolica pari ad un minimo di 11% vol. Questo vino esiste in diverse tipologie: Tranquillo, Frizzante, Spumante. Va servito ad una temperatura ambiente pari a 8-13% vol. Per poter degustare al meglio le sue caratteristiche organolettiche, il Val Polcevera Vermentino deve invecchiare almeno un anno. Questa bevanda va accompagnata da pietanze quali torte salate, lasagne, piatti di pesce e minestroni.


  • bottiglie vino Cantina è un termine che indica sia il luogo deputato alla produzione del vino da parte delle aziende sia il luogo dove i privati o i ristoranti conservano il vino. Quando si deve conservare il vino s...
  • foto degustazione vino Il sommelier riveste un ruolo fondamentale nel mondo della ristorazione e dell’enogastronomia, in qualità di esperto di vini e abbinamenti e per la sua grande conoscenza delle caratteristiche organole...
  • cantina Le cantine sono quei luoghi un cui le aziende producono il proprio vino. In molti casi si parla delle cantine sociali in cui diversi produttori realizzano i loro vini in accordo con altri, conferendo ...
  • Brachetto d'acqui Il Brachetto d'Acqui è prodotto esclusivamente con le uve del vitigno Brachetto provenienti da vigneti collinari situati nei territori di numerosi comuni, precisamente 18, della provincia di Asti e 18...

Vini e storie di Liguria. I vitigni liguri. Ediz. italiana e inglese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,71€
(Risparmi 1,19€)


L’azienda Vinicola di Andrea Bruzzone

L'azienda Bruzzone ha a sua disposizione una struttura completa per la produzione e la conservazione del vino D.O.C. Val Polcevera. La famiglia Bruzzone ha messo in piedi questa cantina, lavorando con passione e costanza, giorno dopo giorno, offrendo una vasta gamma di vini. Ben 13 sono le bottiglie prodotte, caratterizzate da un ottimo rapporto qualità-prezzo.


La Cantina Le Fasce

La cantina le Fasce è un’azienda caratterizzata dalla molta attenzione che presta alle novità tecnologiche. Le uve utilizzate per la produzione dei vini viene vendemmiata in cassette- Il tutto avviene sotto il controllo di tecnici ed esperti e vengono vinificate nel moderno impianto di Serra Riccò.. La pigiatura soffice in pressa pneumatica per i bianchi, l'estrema cura nel controllo delle temperature e nelle lavorazioni successive alla vendemmia, fanno della Cantina Le Fasce un polo produttivo di rilievo nel panorama polceverasco.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO