Gamay

Il Gamay e le sue zone di produzione

Il Gamay è un vino prodotto in Valle d’ Aosta, precisamente viene le uve di questa bevanda vengono coltivate in parte del territorio di Arvier, a Mombet, a Bouse e a sinistra della Dora Baltea. Il Gamay è un vitigno autoctono a bacca rossa ed è molto importante sapere che oltre alla regione valdostana, esso viene anche prodotto nella Borgogna e, sempre in Italia, in Friuli e in Piemonte.

Come per ogni vino di buona qualità, quale è il Gamay e molti altri della regione valdostana, ci sono delle regole da seguire per la produzione: innanzitutto è doverosa la giusta quantità di vitigni che concorrono alla formazione della bevanda e nel caso del Gamay si necessita delle omonime uve Gamay il cui impiego deve essere pari a circa l’85% ed eventualmente è anche possibile l’aggiunta di altre uve a bacca rossa che siano originarie della zona geografica valdostana. I grappoli delle uve di questo vino hanno una dimensione medio-grande la cui forma è conica, la loro buccia è pruinosa e sottile, ma alquanto resistente. Queste uve nascono in luoghi molto alti e anche molto soleggiati, in modo da poter consentire una loro giusta maturazione per poter garantire un livello di qualità assolutamente ottimale.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/38/Gamay.jpg

Gamay

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€


Il Gamay e le sue Caratteristiche Organolettiche

http://sergetheconcierge.typepad.com/.a/6a00d8341bf71853ef01287660dc6d970c-320wi Il Gamay è un vino a bacca rossa della regione valdostana, ricavato dal vitigno omonimo, il cui impiego è pari all’85% e da altri vitigni a bacca rossa della zona. Per poter essere degustato al meglio, assaporando le sue eccellenti qualità, il Gamay necessita di un periodo di affinamento pari ad un minimo di 6 mesi. Questo vino, tra le sue caratteristiche organolettiche, può vantare la presenza di un colore rosso rubino con delle sfumature dal color violaceo, talvolta può tendere anche al porpora. Il Gamay ha un profumo delicato se pur vinoso e intenso. Il suo sapore è asciutto, morbido, ma con un retrogusto amarognolo. La gradazione alcoolica del vino rosso valdostano, il Gamay, è pari a 11% vol. Questa bevanda va servita ad una temperatura ambientale che deve essere pari a 18-20°C e va accompagnato da pietanze, quali salumi locali, minestre e zuppe. Il piatto che è più in grado di esaltare le caratteristiche di questo vino sfociando in un connubio perfetto è la bistecca valdostana.


  • Il Trasimeno è da sempre meta di pittori e amanti del vino L'area collinare intorno al lago Trasimeno fu coltivata inizialmente dallo sconosciuto popolo degli Umbri e assoggettato poi dagli Etruschi e successivamente dai Romani e dalle popolazioni locali fino...
  • Gamay Il Gamay è per eccellenza l'uva rossa del Beaujolais, il novello francese della Borgogna oramai famoso in tutto il mondo. Ne esistono moltissimi cloni, per ottenere novelli diversi e sempre più attrae...
  • http://coccaglioolioepeperoncino.files.wordpress.com/2010/09/franciacorta_festival.jpg La franciacorta è l’unica zona vitivinicola italiana che produce uno spumante D.O.C. . E’ una regione che si trova in provincia di Brescia, circondata dalle sponde del lago d’Iseo, e dai fiumi Oglio e...
  • vino rosso Il vino rosso è un ingrediente molto usato in cucina. Le ricette che lo vedono protagonista sono spesso a base di carne come il brasato, spezzatini e non solo. Esistono, però, anche dei primi e dei do...

La Source - Vino la Source Gamay - 2013 - 1 Bottiglia da 75 cl

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


L’Azienda Vinicola Le Triolet

L'azienda vitivinicola Lo Triolet è situata ad Introd. Essa è caratterizzata da una forte passione per la viticoltura incentrata sui vitigni tipici valdostani, ma anche da una tradizione basata interamente sulla vitivinicoltura il cui consumo della produzione è a scopo puramente familiare. I primi frutti e i primi risultati d questa grande costanza nel portare avanti tali valori si sono visti nel 1993 con la prima produzione aziendale del Pinot Gris. A conferire questo grande esito hanno contribuito anche la postazione dell’azienda, la quale è situata in un luogo come Introd, ovvero ad un’altezza di 800 metri di altitudine e, inoltre, l microclima di questa fascia geografica, grazie al quale è possibile attuare una produzione di vino molto profumato e di buon corpo caratterizzato da un'ottima evoluzione anche nella versione vinificata in barriques. Allo stato attuale l’azienda disponde di circa

1,3 ettari di vigneto, i quali si possono trovare nei comuni di Introd (Pinot Gris) e di Nus con le varietà Gamay, Syrah, Fumin, Vien de Nus, Petit Rouge.


Cave Des Onze Communes

La Cave des Onze Communes venne inaugurata nel 1990. Questa una cantina si occupa del raccoglimento e della trasformazine di uve che provengono da vigneti di undici comuni del centro Valle d’Aosta,: Quart, Saint-Christophe, Aosta, Sarre, Saint-Pierre, Villeneuve, Introd, Aymavilles, Jovençan, Gressan, Charvensod. I viticoltori che si occupano di questo compito operano tutti lavori fatti manualmente, condensando una forte passione in circa una sessantina di ettari di vigneti. Questi appezzamenti di terra adibiti a viticoltura sono situati su dei rapidi pendi e dono molto difficili da raggiungere e da lavorare con delle macchine. Proprio per questo motivo la lavorazione viene effettuata nel massimo rispetto dell’ambiente, con uno scarso e soprattutto limitato uso di agenti chimici. Tutto questo ha portato ad una piena maturazione delle uve che hanno caratterizzato il grande sapore dei vini, la cui qualità non è andata danneggiata. Questa cantina è, in ogni caso, decisamente attrezzata e sempre attenta alle innovazioni tecnologiche: essa consta, infatti, di due cantieri tecnici e si avvale della consulenza di un esperto in materia enologica. La cantina ha una produzione molto elevate e ciò è dimostrato dalle 350mila bottiglie di vino che vengono prodotte annualmente e, inoltre, può anche annoverare tra i suoi pregi la bellezza di tredici vini che hanno ottenuto il titolo di riconoscimento D.O.C. “Valle d’Aosta”.


L’Azienda vitivinicola Les Cretes

L’azienda vinicola Les Cretes possiede una vasta zona di coltivazioni che comprende circa 25 ettari di vigneti, caratterizzati da una forte produzione per merito dei terreni, formati da suoli morenici e sabbiosi e da un clima alpino che, grazie ai suoi sbalzi termici, conferisce all’uva quel tocco aromatico che rende il vino speciale. La produzione annua di bottiglie di vino è pari a circa 230mila. La cantina dispone di una sala di degustazione , all’interno della quale è possibile assaporare le varietà coltivate, che sono sia autoctone (Petit Rouge, Fumin, Petite Arvine, Gros Rouge, Cornalin, Mayolet, Prëmetta) che internazionali (Pinot Noir, Chardonnay, Syrah).”.




COMMENTI SULL' ARTICOLO