Colli del Trasimeno

La zona vinicola

L'area collinare intorno al lago Trasimeno fu coltivata inizialmente dallo sconosciuto popolo degli Umbri e assoggettato poi dagli Etruschi e successivamente dai Romani e dalle popolazioni locali fino ai giorni nostri.

Il vino della zona ha una continuità di produzione costante nel tempo, grazie al microclima favorevole caratterizzato dagli scambi termici e dall'evaporazione tipici delle zone interessate dai laghi.

Il Trasimeno è infatti il terzo lago italiano per estensione, di origine alluvionale recente, nato circa un milione di anni fa, circondato da dolci colline ben esposte all'irraggiamento solare.

L'evaporazione favorisce l'aumento dell'umidità, alimentando cosi i terreni permeabili della zona geologicamente costituiti da argille, conglomerati e sabbie stratificate con notevole presenza di fossili.

I conglomerati, meglio noti come ciottoli, sono prevalentemente di origine carbonatica, cioe provenienti dai resti degli organismi fossili.

“Agnolo” Colli Trasimeno DOC - Az. Agr. Pucciarella

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


I vitigni coltivati

l'uva Gamay Le varietà coltivate in questa zona sono il Cabernet Sauvignon, il Merlot, il Gamay Perugino, il Sangiovese, il Ciliegiolo e il Pinot Nero.

Il Gamay Perugino è un parente stretto nella famiglia dei Gamay, ma è coltivato solo in questa zona e vinificato in assemblaggio o mono varietale.

Il Gamay è piu chiaro, infatti in Francia è conosciuto come Gamay Nero a succo bianco, con sfumature blu, con acidità elevata e odori semplici ma fruttati di frutti rossi con note di banana e caramello.


  • Scorci panoramici della zona La zona, come nella tradizione italiana, era già a vocazione vinicola ai tempi dei romani, e fu descritta da Plinio il Vecchio come una regione ricca di vigneti utilizzati ancor prima dagli Etruschi. ...
  • Uno scorcio delle colline intorno Assisi La zona vinicola di Assisi riguarda è situata ai piedi del fianco occidentale del Monta Subasio, alto quasi 800 metri sul livello del mare, caratterizzato da fenomeni carsici, grotte sotterranee avval...
  • uno scorcio della zona La zona vinicola intorno alla cittadina di Montefalco è un incantevole area al centro delle valli del Clitunno, del Topolino e del Tevere dove le notizie certe della coltivazione della vite risalgono ...
  • le dolci colline intorno a Orvieto Orvieto è uno dei comuni piu estesi d'Italia, arroccata su una rupe di tufo a 325 metri sul livello del mare che domina la valle sottostante dei due fiumi che poi confluiscono nel Tevere, il Paglia e ...

“Sant’ Anna di Pucciarella” Colli Trasimeno Rosso Riserva DOC - Az. Agr. Pucciarella

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Il Colli del Trasimeno Rosso DOC

Una vista del lago La denominazione di origine controllata Colli del Trasimeno DOC fu istituita per decreto del Presidente della Repubblica il 13 gennaio 1972 e successivamente ampliato negli anni successivi.

Autorizza la produzione di vino sotto la denominazione nei comuni di Castione del Lago, Citta della Pieve,Paciano, Piegaro, Panicate, Perugia, Corciano, Magione, Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno, tutti in provincia di Perugia.

Sono esclusi dalle iscrizioni all'albo i vigneti posti su terreni piani, nel fondovalle e a quote superiori ai 500 metri sul livello del mare.

È vietata la pratica della forzatura e le rese per ettaro sono stabilite a 9 tonnellate per il Merlot, il Gamay e il Cabernet Sauvignon e a 12 tonnellate per le altre uve.

Per il rosso generico è autorizzata anche la tipologia Frizzante, Novello, e Rosso Scelto con la relativa Riserva.

Sono autorizzati anche i mono varietali Cabernet Sauvignon, Merlot e Gamay con le relative Riserva con gradi alcolici minimi di 12% vol e 12,5% vol., nel caso della Riserva.

Il grado minimo del Frizzante deve essere di 10,5% e 11% vol per il Novello.

Il Colli del Trasimeno Rosso DOC è un vino dal colore rubino, vinoso e fruttato con corpo armonioso e asciutto.

Il Rosso Scelto ha colori rubino con riflessi violacei, odori intensi e fragranti con gusto secco, armonico e strutturato, mentre nel Riserva diviene vellutato, con riflessi granati nell'invecchiamento.

È un vino a tutto pasto con preferenze per le carni bianche e i formaggi semiduri con temperature di servizio intorno ai 18° C.

Il Novello, vivace, ho un colore rosso cerasuolo, con odori freschi, fruttati, e i gusti caratteristici del novello. Si accompagna bene ai formaggi molli, le minestre e i salumi freschi

La denominazione Merlot è di un rubino tendente al granato, con odori vinosi, con bocca morbida e piena, mentre il Cabernet Sauvignon è dai riflessi violacei con un retrogusto caratteristico, asciutto e

delicatamente erbaceo.

Il Gamay infine ha un colore tendente al granato e al mattone durante l'invecchiamento, con odori vinosi e delicati, gusti asciutti con sentori di mandorle. Negli abbinamenti predilige i formaggi duri, la pasta, i salumi stagionati e gli arrosti di selvaggina.


Le aziende

I fratelli Carini dell'omonima azienda producono il Trasimeno rosso con il 70% di Sangiovese e il 30% di Ciliegiolo con risultati eccellenti a un prezzo contenuto e sicuramente da provare.

L'aroma è possente con ciliegia e amarena che predominano inizialmente per lasciare poi il posto alla carruba, l'humus e l'alloro con note speziate al pepe nero.

La bocca è calda, di ottima struttura e leggermente tostata. Affinato tre mesi in barrique si serve con pasta e fagioli con cotenne di maiale.

Il Castello di Magione vinifica il 45% di Sangiovese con il 25% di Merlot e il 25% di Cabernet Sauvignon, completando l'assemblaggio con il 5% di Gamay per il suo Rosso Carpaneto.

Ne risulta un vino giovane e armonico, con note di viola e mirtilli con una bocca fresca e alcolica caratterizzata dai 13,5% vol. Da abbinare agli spaghetti al rancetto. Nella tipologia Rosso Morcinaia vengono invertite nell'assemblaggio le percentuali di Sangiovese e Cabernet per ottenere un vino rubino sfumato, dai forti aromi di ciliegia matura con sfumature speziate e fumé. I tannini sono ben presenti con un finale di incenso. Viene invecchiato nove mesi in barrique e si serve con lo spezzatino di manzo in umido.

L'azienda Duca Della Corgna offre degli ottimi rossi sotto la denominazione Colli del Trasimeno, dalle colline sul lago dominate dalla rocca duecentesca di proprietà.

I prezzi sono assolutamente ottimi per vini di alta qualità, che vedono nel Colli del Trasimeno Gamay Divina Villa un piccolo diamante dai fini odori di mirtillo, cannella, mirto e legno di sandalo mentre più giovane si attesta sulla violetta, la mora, il ginepro e il curry. Ottimo l'equilibrio in bocca, fresco e sapido con buona struttura tannica. Le sue caratteristiche lo accompagnano a pesci grassi di lago nel periodo giovanile come il luccio in umido e nella sua tipologia Etichetta Nera più matura si abbina a quaglie aromatizzate con mirto e erbe boschive.

Sicuramente la scelta migliore è attendere che maturi per avere un prodotto di alto rango.

Con il 70% di Sangiovese e il 20% di Gamay predominanti su un 10% di Cabernet l'azienda vinifica anche il Corniolo dagli intensi aromi di prugna secca, tabacco e pepe nero con sfumature erbacee. L'alcol è bilanciato dalla corposità e la persistenza speziata, da abbinare ai filetti di vitella.

Senza il Cabernet sostituito totalmente dal Gamay produce anche il Baccio del Rosso, più fresco e facile, con odori vinosi alla violetta e il ribes finiti con sentori di cumino, da servire con gli antipasti.




COMMENTI SULL' ARTICOLO