Verduno di Pelaverga

Verduno di Pelaverga e le sue Zone di Produzione

Il Verduno Pelaverga si produce nella zona collinare di alcuni comuni in Provincia di Cuneo, con le uve del vitigno Pelaverga Piccolo a cui possono essere aggiunte (fino ad un massimo del 15%) quelle di altre varietà a bacca rossa e non aromatiche. La denominazione di origine controllata "Verduno Pelaverga" o "Verduno" è riservata al vino rosso che risponde alle condizioni e ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione.

La zona di produzione delle uve atte a produrre il vino a denominazione di origine controllata "Verduno di Pelaverga" comprende i territori più idonei a garantire al vino le caratteristiche previste dal presente disciplinare. Tale zona, in provincia di Cuneo, comprende l'intero territorio amministrativo del comune di Verduno e in parte quello dei comuni di Roddi d'Alba e di La Morra. I 9 ettari coltivati a Pelaverga piccolo sono collocati quasi interamente nel Comune di Verduno, piccolo paese il cui nome di origine celtica significa "collina fiorita". Le colline che ospitano tale vitigno sono caratterizzate da un terreno argilloso ricco di marne calcaree e arenacee. Nel 2000 le circa 80.000 bottiglie prodotte sono state il risultato del lavoro di 26 aziende. Il Verduno Pelaverga è oggi molto apprezzato dai mercati italiani e viene esportato in Germania e Svizzera.

Verduno "Pelaverga" DOC - Belcolle 2016 (6 x 0,75 l)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 115€


Il Verduno di Pelaverga e le sue Caratteristiche Organolettiche

Il Verduno di Pelaverga, vino rosso piemontese, è un vino attualissimo, da considerare decisamente adeguato alle esigenze dell'alimentazione moderna e grazie alla sua delicatezza, al suo giusto equilibro tra acidità e tannini è una bevanda fresca, molto aggraziata al palato pur essendo un vino con una certa struttura. Tra le sue caratteristiche organolettiche, il Verduno di Pelaverga può vantare la presenza di un colore rosso rubino più o meno carico, sfumato di riflessi che vanno dal violetto al cerasuolo ed è piacevole da bere giovane, poiché in questo periodo primeggiano le note fiorite e fruttate come quelle di violetta e ciliegia. Tali peculiarità fruttate e fiorite, presenti nel periodo giovanile del vino, si accentuano nell’ attimo in cui hanno raggiunto un moderato invecchiamento, il momento in cui queste determinate caratteristiche sono speziate di pepe verde e bianco e ciò lo si nota maggiormente. Il profumo del Verduno di Pelaverga è fruttato, intenso, fragrante e speziato e ha un sapore secco, fresco, armonico e vellutato. Esso deriva dalla vinificazione del vitigno Pelaverga Piccolo con la possibilità di aggiunte fino ad un massimo del 15% di altri vitigni a bacca nera non della zona. La sua gradazione alcoolica minima è pari a 11% vol. e può essere accompagnato da pietanze come i piatti della tradizione culinaria della regione piemontese, primi piatti sia a base di carne che a base di pesce e con minestroni di verdura, con carni in umido e arrosto.

  • http://coccaglioolioepeperoncino.files.wordpress.com/2010/09/franciacorta_festival.jpg La franciacorta è l’unica zona vitivinicola italiana che produce uno spumante D.O.C. . E’ una regione che si trova in provincia di Brescia, circondata dalle sponde del lago d’Iseo, e dai fiumi Oglio e...
  • vino rosso Il vino rosso è un ingrediente molto usato in cucina. Le ricette che lo vedono protagonista sono spesso a base di carne come il brasato, spezzatini e non solo. Esistono, però, anche dei primi e dei do...
  • come versare il vino Servire il vino è qualcosa di molto speciale che non può essere sottovalutato, possiede delle regole da rispettare sia per quanto attiene il galateo sia per quanto riguarda le diverse caratteristiche ...
  • http://www.orangesiena.it/public/viticoltura3.jpg La vitivinicoltura italiana ha origini molto remote, infatti, non è un caso che l’antico nome della penisola era Enotri, abitanti dell'attuale Basilicata, i quali a partire da 500 anni prima della ven...

Carema. Terra di vino e di emozioni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,52€
(Risparmi 1,48€)


Le Cantine del Castello di Verduno e la loro Lunga Tradizione

Il Castello di Verduno oggi può vantare la produzione di due vini molto pregiati: il Barolo e il Barbaresco. La cantina è situata tra le colline del Verduno ed è proprietaria di svariati ettari di territorio adibiti a coltivazione di vigneto. La famiglia produce Barbaresco da circa quattro generazioni e si occupa della vinificazione in modo molto tradizionale , facendolo fermentare in tino aperto e un lungo affinamento in grandi botti di rovere nella cantina di Barbaresco. I vini prodotti sono il frutto delle vigne di proprietà coltivati in Verduno e Barbaresco. Ogni vite è curata, dalla potatura sino alla vendemmia, con l’obiettivo di ottenere la quantità di prodotto ottimale per raggiungere elevati standard qualitativi del frutto nel rispetto fisiologico della pianta.


Le Terre del Barolo

La Cantina “Terre del Barolo si trova nella valle che fa da tres union tra Alba a Barolo, alla destra del crocevia per Castiglione Falletto, collega quattrocento viticoltori, i quali sono in possesso 650 ettari delle Grandi Vigne di Langa nel territorio dei Comuni di Grinzane Cavour, Serralunga, Monforte d‘Alba, Diano d‘Alba, Barolo, Novello, La Morra, Verduno, Roddi e Castiglione Falletto


L’azienda Bel Colle

L'azienda del Bel Colle si formò nel 1976 dai fratelli Franco e Carlo Pontiglione, e da Giuseppe Priola. La famiglia era un amante dei propri terreni e non indugiarono quando presero la decisione di valorizzarla attraverso la produzione di vini pregiati. Oggi il vino prodotto dalla "BEL COLLE" è più che mai naturale e genuino, selezionato e vinificato ad arte . La cantina "BEL COLLE" si trova su una vasta zona di vigneti e dona ai turisti e agli abitanti della zona un panorama davvero suggestivo.

Degustare il vino di questa azienda non è solo un invito ma anche un piacere.


La Cantina Burlotto

La Cantina Burlotto è caratterizzata dalla presenza di una cantina di vinificazione, un caratteristico ampio locale con vetrate, che ospita i tini di legno di rovere francese da 50 e 70 ettolitri, con possibilità di controllo di temperatura dei mosti, ma consta anche di serbatoi di acciaio, il cui impiego è finalizzato per la fermentazione malolattica e per l'ultima fase di affinamento dei vini prima del loro imbottigliamento, il che avviene che avviene in un determinato settore. L'affinamento dei vini si basa su due cantine: una seminterrata, che presenta più probabilità di escursioni termiche, e quindi più consona per la stabilizzazione dei vini; l'altra sottoterra, con un'umidità relativa dell'80%, e una temperatura costante, utilizzata per la delicata fase della maturazione in legno dei vini più importanti, come i nostri Barolo.


La Cantina dei Fratelli Alessandria

La Cantina dei Fratelli di Alessandria è situata nel cuore di Verduno ed è gestita dalla famiglia Alessandria da generazioni, tra passione e impegno.

. La cantina Fratelli Alessandria vinifica esclusivamente uve di proprietà creando dei vini davvero originali che puntano a emozionare colui il quale degusta le bevande del luogo




COMMENTI SULL' ARTICOLO