Tappi dosatori

I tappi dosatori

I tappi dosatori in metallo o in plastica, attualmente utilizzati erroneamente anche per il vino, furono in realtà inventati per i distillati, in America, e soprattutto per permettere la tecnica di preparazione dei cocktail free-style.

Oggi vengono utilizzati nel servizio anche del vino ma principalmente dei distillati, anche nella mescita liscia, grazie alla comodità che rappresentano, visto che non lasciano la classica gocciolina e rendono possibile un dosaggio più preciso. Comunque il tappo dosatore per il vino non si usa mai in servizio corretto, soprattutto di vini pregiati. Essi infatti non sono eleganti e nemmeno utili. La troppa sicurezza inoltre potrebbe provocare movimenti bruschi, che con vini ad alte concentrazioni di depositi potrebbero farli finire nel bicchiere.

Il tappo dosatore, di cui la migliore e più precisa è quella in metallo, ha veramente poco a che fare con i vini, ma anche con il liquore liscio, e appartiene invece alla storia dei cocktails.

Tappi dosatori

Kimimara Tappo per Vino,2 PCS Tappo per Bottiglia di Vino in Acciaio Inox, Sigillante in Gomma Riutilizzabile Sottovuoto con Pompa Incorporata Mantiene Fresco Il Vino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€
(Risparmi 2,82€)


Il free-style

Il free-style è una tecnica di preparazione dei cocktails inventata in America molti decenni fa per rispondere alle esigenze della clientela americano, generalmente molto attenta e conoscitrice del mondo dei cocktails. Con la diffusione del benessere infatti, dopo la seconda guerra mondiale, i cocktails uscirono dall'esclusività dei bar di lusso e degli alberghi dove furono inventati per aprirsi anche alla borghesia con normali disponibilità finanziarie. Questo fece si che in molti bars “normali”, si iniziarono a creare sempre più cocktails ma soprattutto con volumi quantitativi sempre più elevati. Il vecchio modo di fare cocktails quindi, nella calma e con la velocita da “hotel di lusso” non poteva piu andare bene, con clienti sempre in fila e in attesa. C'era la necessità di un sistema molto più veloce che però garantisse la stessa qualità dell'albergo e del grande barman classico.

Ecco quindi che alcuni dei bartender più intraprendenti iniziarono a mettere a punto la tecnica del free-style, per offrire un servizio molto veloce e una qualità eccelsa.

Con strumenti opportuni, i tappi dosatori, i bar condiments e le speed racks, si ridusse lo spazio necessario per stoccare in un solo metro quadro tutti i distillati utili a creare un cocktail.

Il tappo dosatore invece offre la certezza del dosaggio nel cocktail e quindi del rispetto della ricetta originale e della qualità. Dalla maggior parte dei dosatori infatti esce 1 oncia al secondo di distillato, e quindi contando i secondi il barman sa esattamente quanto liquore ha versato nello shaker e nel bicchiere.

Contemporaneamente poi venne perfezionato anche il Flair, tecnica di divertimento per i bar più movimentati.


  • Lo Champagne Cocktail Contrariamente a quanto si pensa, esistono molti cocktails a base di Champagne, tra cui i più famosi sono lo Champagne Cocktail, il Kir Royale, lo Champagne Pick Me Up, il Bellini, il Black Velvet e i...

Ducomi Sommelier Cavatappi Professionale - Apribottiglie in Acciaio e Legno, Accessori Artigianali da Barman per Apri Bottiglie e Taglia-Foglio Facile da Usare per Vini e Birra (Garanzia a Vità

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Tappi dosatori: Il Flair

Contrariamente a quanto si pensa, il giocare con le bottiglie non è definibile con la tecnica del Free-style, brevemente descritta sopra, ma con quella del Flair, che riguarda esclusivamente il gioco con le bottiglie lanciate in aria.

La tecnica in realtà è molto antica ma esplose nell'immaginario collettivo con il free-style nei bar newyorchesi e soprattutto con il film Cocktail, con protagonista Tom Cruise.

Sembra che a perfezionare e creare il flair odierno sia stato un famoso barman della metà dell'ottocento, Jerry Thomas che usava giocare con il “fuoco” incendiando i liquori per creare giochi per i clienti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO