Colli Berici

Tra Brendola e Longare, alla scoperta dei Colli Berici

La regione custode della più magica città italiana, ma anche quella più vicina ed influenzata dai Balcani; una fetta di terra dove nel corso dei secoli si sono susseguiti popoli e culture differenti. Quando si parla del Veneto non si semplicemente ad una regione, ma precisamente ad una straordinaria miscela di idee e tradizioni che, decennio dopo decennio, sono riuscite a dar vita ad un popolo tra i più particolari d’Italia. A ben vedere, quando si allude alla regione con capoluogo Venezia, si fa anche riferimento ad un territorio ricco di un bagaglio enogastronomico che non teme confronti: sia che si parli di rossi, che di bianchi, rosati e spumanti, i vini veneti contribuiscono a fare dell’enologia italiana un settore di eccellenza in ambito mondiale. Nelle righe che seguono ci soffermeremo in particolare su un’etichetta, originaria della provincia di Vicenza e tutta da scoprire: Colli Berici. In verità, con questo nome si possono identificare più o meno una decina di vini differenti, perché in quest’area, sotto questa denominazione, vengono prodotti il Colli Berici Tocai Rosso, il Colli Berici Cabernet, il Colli Berici Bianco ed altri ancora, insieme a quello che stiamo per prendere in esame, ovvero il Colli Berici Merlot. Si tratta di un vino rosso che, come si evince dal nome, nasce dalla lavorazione di uve Merlot in purezza, alle quali al massimo si uniscono in percentuale minima uve rosse locali e non aromatiche. Per quanto concerne la zona di produzione, è circoscritta a 28 comuni sospesi tra il vicentino e il veronese, tra questi menzioniamo Longare, Lonigo, Brendola e Barbarano vicentino.
colli berici

I colli Berici. Itinerari escursionistici. Con carta escursionistica 1:30.000

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,63€
(Risparmi 1,87€)


Focus sul Colli Berici Merlot

vino rosso Ma che vino è il Colli Berici Merlot? Quali sono le sue caratteristiche organolettiche? Partiamo dalla vista, che conta un vino dal colore rosso rubino mediamente carico e tendente al granato con il procedere dell’invecchiamento, mentre al naso questo vino presenta un profumo forte e tipicamente vinoso, sebbene non arricchito da evidenti note fruttate. In bocca il Colli Berici Merlot è asciutto, morbido ma di buon corpo e pieno, mentre per quanto riguarda la gradazione alcolica minima, raggiunge gli 11 gradi. La durata dell’invecchiamento è strettamente connessa alla varietà che si desidera ottenere: nel caso di una versione classica, il vino va conservato da un minimo di 1 anno a un massimo di 3, mentre chi desidera una versione Riserva deve lasciarlo riposare fino a 5 anni, facendo attenzione che non ci troviamo di fronte ad un vino molto longevo. Ma andiamo in tavola e vediamo cosa mangiare per consentire a questa specialità di darci il massimo: innanzitutto, preoccupiamoci di metterlo in tavola ad una temperatura media di servizio compresa tra i 16 e i 18 gradi centigradi, in abbinamento a primi piatti leggeri come pasta in bianco, risotti e zuppe, oppure a secondi a base di carne rossa e bianca alla griglia e funghi. E’ consigliato per innaffiare formaggi stagionati a pasta dura. Co

  • Uno scorcio dei Colli Berici piantati a vite. I Colli Berici sono una vasta zona collinare posta a sud di Vicenza lungo un asse di 24 Km per una superficie totale di 165 Km².Data la numerosissima presenza di ville palladiane la zona vinicola si...

I colli Berici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,15€
(Risparmi 5,85€)


Cantine d'autore: Cavazza Vini

Abbiamo già visto quale importanza rivesta, sia da un punto di vista culturale, che turistico e storico, per la regione veneta, l’enogastronomia. A riprova della posizione predominante che essa ricopre nella carta d’identità di questo territorio, possiamo considerare le numerose cantine ed aziende viti-vinicole qui visitabili. Chi è interessato a toccare con mano la produzione del Colli Berici e sapere tutto quanto c’è da sapere su questa specialità, può varcare la soglia della Cavazza Vini, situata al numero 22 di Contrada Selva, a Montebello Vicentino ed estesa, tra le zone di Gambellara e dei Colli Berici, su una superficie di ben 150 ettari, interamente adibita a vigneti. Il fascino dei paesaggi naturali più incantevoli del Veneto, unita alla passione dei maestri viticoltori, si fonde anche con la necessità dell’ammodernamento, per arrivare ad un prodotto finito di un certo valore. Oltre al Colli Berici Merlot, presso la Cantina Cavazza è possibile acquistare decine di vini speciali, tra cui spumanti e passiti.


Dalmaso Vini a Montebello Vicentino

Un altro nome importante e rispettato nella zona dei Colli Berici è quello della Dalmaso Vini, situata a pochi passi dalla Cavazza, al numero 62 di Contrada Selva, e specializzata nella produzione di alcuni tra i più illustri vini della regione. I primi viticoltori di famiglia già a fine Ottocento si specializzarono nella cura del Gambellara, ma la svolta in ambito vinicolo e commerciale si è avuto alla fine degli anni ’60, con l’arrivo in azienda di Luigi Dal Maso, al quale negli anni ’90 è subentrato il figlio Nicola. Oggi la struttura dell’azienda è ancora arricchita dalla cantina ottocentesca, alla quale si sono affiancati i locali di quella nuova.


Riva Ratta a Saredo

Rimanendo nel vicentino, ma spostandosi a Saredo, si possono raggiungere i locali dell’Azienda Agricola Riva Ratta, specializzata nella produzione di tutti i vini contraddistinti dall’etichetta Colli Berici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO