Valdichiana

Zona di produzione

La denominazione Valdichiana DOC si caratterizza per comprendere tutta quella serie di vini che vengono prodotti all'interno della fascia di territorio che è localizzata nei comuni di Castiglion Fiorentino, Cortona, Lucignano, Marciano, Montepulciano, Arezzo e molti altri ancora.

Le tipologie che vengono prodotte e che possono fregiarsi di questa denominazione DOC sono il Bianco o bianco vergine, lo Spumante, il Frizzante, il Rosso, il Rosato, il Vin Santo, il Vin Santo Riserva.

Nel caso in cui si voglia fare riferimento ai vini monovarietali, invece, dobbiamo sottolineare come si possono produrre con l'utilizzo di uve Chardonnay, Grechetto e Sangiovese.

Valdichiana

La valorizzazione dei prodotti tipici: l'aglione della Valdichiana: Analisi della situazione odierna sulla coltivazione, la commercializzazione e le prospettive per il futuro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,97€


Valdichiana DOC Rosso

Valdichiana 2I vini che riportano la denominazione sopra indicata, si caratterizzano per essere prodotti con un uvaggio che è costituito da una percentuale di uve Sangiovese che non deve mai essere inferiore al 50%, mentre le uve Cabernet, Merlot, Syrah si possono utilizzare sia da sole che in congiunzione, fino ad una percentuale massima pari al 50%.

Ad ogni modo, c'è la possibilità di concorrere alla formazione dell'uvaggio anche per altre uve che devono obbligatoriamente provenire da vitigni a bacca rossa, inseriti all'interno di una lista di raccomandati o autorizzati per le province di Arezzo e Siena.

In quest'ultimo caso, però, la percentuale massima all'interno delle uve non può oltrepassare il 15%.

  • foto bicchieri di vino I vini mostrano, attraverso la propria etichetta, le caratteristiche che possiedono, la loro origine e diverse altre informazioni che interessano i consumatori. Sulle etichette sono presenti anche del...
  • ovada Quando dalla Lombardia si raggiunge il Piemonte, l'alessandrino nella fattispecie, una delle prime zone di cui si varcano i confini è quella che dà i natali ad uno dei vini rossi più famosi ed apprezz...
  • grumello Una terra vastissima, conosciuta ed apprezzata soprattutto per le dimensioni e per l'organizzazione delle sue aree metropolitane; nell'immaginario collettivo è la terra delle opportunità e dell'effici...
  • uva Vini d'autore che si accompagnano ad un territorio baciato dalla natura, ricco di paesaggi naturali di inestimabile bellezza e di ambienti da non perdere per chi vuole toccare con mano il meglio dell'...

Central Tuscany: Eight Tuscan Hill Towns; a Guide to the Valdichiana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,51€


Caratteristiche organolettiche

Nel momento in cui lo si degusta, questo particolare vino si caratterizza per avere una colorazione rosso rubino estremamente vivace, che tende ad una tonalità granata con il passare del tempo e, sopratutto, dopo la fase di invecchiamento.

Il profumo si dimostra sempre piuttosto intenso e fruttato, mentre il sapore è leggermente armonico e sapido.


Abbinamenti

Il Valdichiana DOC Rosso si caratterizza per essere un vino ottimo nel momento in cui si ha intenzione di accompagnare un primo o un secondo piatto che sono stati realizzati con delle carni rosse.

Inoltre, il Valdichiana DOC Rosso riesce ad esprimere tutte le sue potenzialità anche con le zuppe di legumi, ma riesce ad essere ottimo anche quando viene servito con le minestre caratteristiche delle tradizioni di questo territorio toscano.

Ad ogni modo, ottimi risultati si possono avere anche dall'abbinamento tra il Valdichiana DOC Rosso e le grigliate di carne mista, i funghi e tutte quelle pietanze che al loro interno presentano dei formaggi stagionati.


Valdichiana DOC Sangiovese

Si tratta di un vino che viene prodotto attraverso la vinificazione di uve che provengono dall'omonimo vitigno, in una percentuale che non deve mai essere inferiore all'85%.

Eventualmente possono concorrere alla costituzione dell'uvaggio anche tutte quelle uve che vengono prodotte all'interno di vitigni autorizzati o raccomandati che si trovano all'interno delle province di Arezzo e Siena: la percentuale di uvaggio, in questo caso, non deve mai andare oltre la soglia del 15%.

All'interno del bicchiere, questo vino si dimostra estremamente robusto, molto di più in confronto al Valdichiana Rosso, con una colorazione ovviamente rosso rubino che tende a diventare granato con il passare del tempo e dopo la fase di invecchiamento.

Si tratta di un vino che si può accompagnare, in modo particolare, a tutte quelle pietanze realizzate con carne di manzo, ma che possono essere cucinate sia alla griglia che arrosto.

Il Valdichiana DOC Sangiovese risulta particolarmente buono anche per accompagnare delle zuppe di verdura saporite, oppure piatti che contemplano funghi o formaggi stagionati.


Valdichiana DOC Rosato

Stiamo parlando di un vino che viene prodotto con le medesime uve del rosso, ovviamente dopo essere state vinificate in rosato: in pratica, l'operazione di macerazione delle bucce si accorcia notevolmente, fino ad essere di poche ore o, in alcuni casi, di solo un giorno.

Il vino che si può ricavare grazie a questo particolare processo presenta un elevato grado di leggerezza, con una caratteristica colorazione rosa e un profumo particolarmente fresco e intenso.

Stiamo parlando di un vino che riesce ad esprimere l'intero suo potenziale con tutti quegli aperitivi non strutturati.

A tavola, si serve molto bene con gli antipasti che vengono realizzati sfruttando salumi e formaggi freschi, mentre riesce ad essere molto efficace e buono anche con minestre di verdura, risotti vegetali e secondi piatti che vengono realizzati con carni bianche.


Valdichiana Vin Santo

Infine, dobbiamo citare anche la presenza di questo interessante Vin Santo, che presenta la particolare caratteristica di essere ricavato dall'operazione di vinificazione delle uve Trebbiano toscano e Malvasi bianca, in coppia oppure separati, per una percentuale che non deve mai essere inferiore al 50%.

Le uve devono subire, ovviamente, un periodo naturale di appassimento che non può durare meno di tre anni o, nel caso in cui si abbia intenzione di ottenere la menzione Riserva, di quattro anni.

L'ideale utilizzo di questo Vin Santo è indubbiamente quello di servirlo con i dessert non eccessivamente dolci, ma risulta ottimo anche con delle creme leggere.




COMMENTI SULL' ARTICOLO