San Gimignano

Arte, cultura e vini d'autore

Quando si parla di Siena, nell’immaginario collettivo la prima cosa che viene in mente è sicuramente il Palio dell’Assunta, espressione più vivida ed autentica di una storia centenaria che la provincia toscana custodisce gelosamente da sempre. In effetti, stiamo facendo riferimento prima di tutto ad una città d’arte, contraddistinta da un centro storico dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità ed apprezzato da turisti provenienti da tutto il mondo. Tuttavia, quando si parla del territorio senese, è impossibile non prestare attenzione all’agricoltura. Uno dei motivi per cui questo è famoso, infatti, corrisponde precisamente alla ricchezza dei vigneti e al successo internazionale raggiunto dai vini rossi che qui vengono prodotti. Dal Sant’Antimo DOC al Montalcino Rosso, passando per il celebre Montepulciano, sono numerosi i vini rossi prodotti in provincia di Siena. A questi, va aggiunto anche il San Gimignano, un rosso autorevole che vede la luce in un paesino fondato sull’enologia: San Gimignano, appunto.
paesaggio

Volterra e San Gimignano nel Medioevo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,7€
(Risparmi 1,3€)


Caratteristiche e abbinamenti: focus sul San Gimignano Rosso

bottiglia Volendo fare un focus sul vino di San Gimignano, potremmo dipingerlo come un rosso tutto da godere: all’analisi delle proprietà organolettiche, questa specialità si presenta di un colore rosso rubino mediamente carico, arricchito da affascinanti note violacee e passibile di assumere note di colore granato con il procedere dell’invecchiamento. Se al naso è delicato e tipicamente vinoso, in bocca è sapido, armonico, asciutto e contraddistinto da un buon corpo, oltre che da una gradazione alcolica minima di 12,5 gradi. Giustamente tannico, il San Gimignano viene ottenuto in seguito alla lavorazione delle migliori uve rosse del centro Italia: ci si serve, infatti, di uve Sangiovese, per una percentuale di netta maggioranza, anche di Merlot, Syrah oppure Pinot Nero. A queste, per concludere la miscela, si uniscono uve rosse locali non aromatiche. Uno degli aspetti più affascinanti relativi alla produzione del San Gimignano, fa capo alla tipologia di invecchiamento. Non abbiamo di fronte un vino particolarmente longevo, in quanto per averlo maturo al 100% basta aspettare 15 mesi: di questi, almeno sette devono trascorrere in botti di legno e 3 in bottiglia. Nel complesso, la fase di invecchiamento può durare al massimo 4-5 anni, e precede di fatto l’ottenimento di un vino rosso coi fiocchi. E’ proprio così: malgrado il nome poco blasonato rispetto ad altre specialità tipiche della provincia senese, il San Gimignano rosso è un vino capace di dare soddisfazioni agli amanti della qualità, e disponibile in numerose varianti. Da provare, per chi raggiunge la zona, anche il Vin Santo ottenuto con il San Gimignano. Ma torniamo al rosso classico: qual è il modo migliore per godere appieno delle caratteristiche di questo vino? E quali abbinamenti è possibile considerare ideali? Per prima cosa, la temperatura di servizio perfetta è compresa tra i 18 e i 20 gradi centigradi, e in secondo luogo è opportuno sottolineare che al pari di tanti vini della zona, anche il San Gimignano rosso dà il meglio di sé quando è chiamato ad innaffiare le pietanze tipiche della cucina locale. Provatelo con un’arista al forno, oppure con un buon primo al ragù e, naturalmente, in accompagnamento alla classica bistecca alla fiorentina.

  • San Gimignano Tutti quei vini che risultano compresi all'interno della denominazione San Gimignano DOC, hanno la particolare caratteristica di essere prodotti interamente all'interno della zona che si trova proprio...
  • Il Panorama di San Gimignano e i suoi vigneti La produzione della Vernaccia di San Gimignano si svolge sulle splendide colline della provincia di Siena, di natura tufacea e argillosa, con prevalenza di argille gialle e una forte concentrazione di...
  • calici bianchi Il verde della montagna si alterna all’azzurro carico del mare, lo spettacolo di centri storici antichissimi e ricchi di opere d’arte procede di pari passo con il fascino delle colline. Siamo in Tosca...
  • paesaggio1 Se la provincia di Siena è apprezzata e conosciuta a livello internazionale come la culla di tradizioni enogastronomiche tipicamente italiane, il merito è da dividere in parti uguali tra diversi prodo...

Storia illustrata di San Gimignano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,15€
(Risparmi 2,85€)


Guicciardini Strozzi a San Gimignano

Ci sono due modi per entrare nel cuore della produzione del vino San Gimignano e scoprirne la storia e i segreti più autentici: il primo è quello di abbandonarsi allo spettacolo di queste colline e varcare la soglia di cantine ed enoteche scelte a caso; il secondo prevede una visita alle aziende vinicole più famose, punto di riferimento dell’enologia senese e toscana. Tra queste ultime, è impossibile non includere la Guicciardini Strozzi, situata entro i confini della splendida Fattoria Cusona, nel cuore di San Gimignano (SI). In una cornice paesaggistica ed architettonica capace di lasciare senza fiato, l’Azienda Vinicola Guicciardini Strozzi è impegnata da secoli nella coltivazione dell’uva e nella produzione di vini pregiati: dal Montalcino al San Gimignano Rosso, passando per il Montepulciano: chi ne varca la soglia ha soltanto l’imbarazzo della scelta.


Azienda Agricola La Lastra

Più giovane, ma di certo non meno affascinante e radicata sul territorio è la filosofia che dal 1994 muove i vertici dell’Azienda Agricola La Lastra, specializzata nella vendita di vini di qualità. Siamo sempre a San Gimignano, nel verde delle colline e nel cuore di vigneti da cui nascono prodotti indimenticabili. Dal San Gimignano Rosso Doc Sangiovese al Chianti Classico Colli Senesi, passando per la Vernaccia di San Gimignano e la Ravaia IGT: sono numerosi i vini rossi che è possibile acquistare presso l’Azienda La Lastra, un vero e proprio punto di riferimento per l’enologia toscana.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO