Riviera del Garda bresciano

Tra paesaggi mozzafiato ed imperdibili specialità

Ci sono territori, in Italia, in Europa, nel mondo, che riescono con il trascorrere del tempo a divenire celebri agli occhi della collettività. Ci riescono per ragioni variabili e differenti: per rappresentare un'attrazione turistica da non perdere, per essere teatro di paesaggi naturali di notevole impatto, oppure per essere la patria di una cultura vinicola che riesce a dare alla luce primizie di assoluto valore. In questa categoria è praticamente impossibile non includere la Lombardia, una regione italiana puntellata di aree che soddisfano tutti i criteri fin qui menzionati. Un esempio su tutti non può che condurci dritti dritti al confine con il Veneto, nei pressi del Lago di Garda, una zona imperdibile per chi raggiunge la Lombardia per motivi turistici, ma anche per chi intende provare il meglio di quanto offre l'enogastronomia regionale. La sponda lombarda del bacino lacustre, infatti, è la culla di uno dei vini rossi più noti ed apprezzati a livello regionale: il Riviera del Garda bresciano, noto anche come Garda bresciano DOC. Si tratta di un vino realizzato in una zona di produzione estesa sulle sponde del lago, tra Sirmione e Limone, che riesce a formare un vero e proprio quadrilatero ai cui angoli ci sono i comuni di Desenzano, Gavardo, Gardone e Lonato, ma che, di comuni, ne contiene ben 31. Per lunghi tratti, questa zona di produzione coincide con quella della più recente etichetta DOC di caratura interregionale Garda Classico. Tra l'altro, moltissimi produttori scelgono proprio questa denominazione per riferirsi al Riviera del Garda Bresciano.

paesaggio

Lago a Gardone Riviera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€


Focus sul Riviera del Garda bresciano

botti garda Andando nel dettaglio, alla scoperta delle caratteristiche organolettiche di questo vino, notiamo che ci troviamo di fronte ad una specialità di un colore rosso rubino particolarmente brillante e stabile; non meno interessante è l'analisi olfattiva, dal momento che il Riviera del Garda presenta un odore tipicamente vinoso, ma intenso, persistente e ricco: si avvertono fin da subito note fruttate e lignee. Infine, in bocca questo vino vanta un sapore delicato, ma impreziosito da una fine salinità caratteristica e da un lieve e piacevole retrogusto amarognolo, con note di mandorla asciutta. Per quanto riguarda la gradazione alcolica, arriva al massimo intorno agli 11,5 gradi. La varietà di questo vino si nota chiaramente approfondendo gli uvaggi con i quali lo si produce: ci si serve di uve Barbera, ma anche di Groppello, Marzemino e Sangiovese. Si può scegliere di bere questo vino in modalità Novello, ad invecchiamento breve, oppure Superiore, la cui conservazione deve durare, per legge, almeno un anno. Possiamo affermare tranquillamente che il Riviera può rimanere ad invecchiare anche tre anni, ma è preferibile gustarlo entro i primi due anni dall'inizio dell'invecchiamento. L'analisi del nostro rosso non può che concludersi con la rassegna degli abbinamenti migliori: per prima cosa diciamo che la temperatura di servizio ideale di questo vino è compresa tra i 16 e i 18 gradi centigradi. Ci troviamo di fronte ad una specialità caratteristica, che per tanto possiamo considerare un vino a tutto pasto, ma chi vuole realizzare gli abbinamenti perfetti può innaffiare con il Riviera del Garda delle ottime minestre o risotti alle verdure, piuttosto che antipasti a base di salumi lombardi e secondi piatti come stracotti, stufati e brasati.

    Canta Giupì (Gardone Riviera)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€


    Le cantine Delai Sergio a Puegnago sul Garda

    E' innegabile che chi raggiunge le sponde del Lago di Garda lo faccia soprattutto per rimanere incantato dallo spettacolo offerto dai paesaggi naturali, ma è altrettanto consigliabile di non mancare una tappa enogastronomica alla ricerca delle specialità tipiche di un territorio più ricco di quanto si possa pensare. Dove? Lo si può fare, per esempio, nelle decine di cantine ed aziende vinicole che costellano questa zona. Chi si trova a Puegnago sul Garda può varcare la soglia delle Cantine Delai Sergio, situata in una zona di colline moreniche ed impegnata nella coltivazione di vitigni quali Marzemino, Gentile, Sangiovese e Barbera, e nella produzione dei migliori vini della zona, tra cui spicca, ovviamente il Riviera del Garda bresciano rosso.


    L'Azienda Vinicola Comincioli

    Sempre a Puegnago del Garda (BS), in Via Roma, è possibile raggiungere un'altra vera e propria roccaforte della produzione vinicola locale, ovvero l'Azienda Vinicola Comincioli, le cui radici cominciarono a svilupparsi nel gardesano qualcosa come quattro secoli fa. Attualmente, le proprietà dell'Azienda Vinicola Comincioli si estendono su 21 ettari di terreno, di cui 11 sono coltivati a vigneto e 10 ad oliveto, per la coltivazione e la produzione di alcune tra le specialità autoctone più celebri.


    Cantine Cà Lojera a Sirmione

    Sirmione sul Garda è invece la patria delle Cantine Cà Lojera, fondate nel 1933 e da allora attive nella vinificazione di uve proprie coltivate su 14 ettari di vigneti. Da questi, vedono la luce bottiglie di Barbera, Merlot, Riviera del Garda, Lugana e Cabernet Sauvignon.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO