Colli di Luni

I Colli di Luni e le sue Zone di Produzione

Il vino ligure Colli di Luni è prodotto in una fascia geografica che si estende in quattordici comuni, situati in provincia di La Spezia, tra cui Ortonovo, Sarzana e Lerici, e i comuni in provincia di Massa Carrara, situata a cavallo tra la Liguria e la Toscana, di Fosdinovo, Aulla, Podenzana. Il vino Colli di Luni è un vino che ha ottenuto il titolo di riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata, meglio conosciuto con l’acronimo D.O.C. ed è esteso ai vigneti situati attorno all’antica città etrusca di Luni, a due passi dalla via Aurelia. Come ogni vino che si rispetti, dotato di grande qualità, deve rispettare alcune regole per la sua coltivazione. In primo luogo è doveroso quantificare la giusta dose di uvaggio da utilizzare per la produzione di questo vino ligure. Le uve utilizzate sono: il Sangiovese, impiegato in una quantità che rientra tra il 60-70%, il Canaiolo e/o il Pollera nera e/o Ciliegiolo nero, la cui quantità rientra in un minimo del 15%, con eventuale

aggiunta di altre uve rosse locali, in un massimo del 25%. I sesti di impianto e le forme di allevamento per la coltivazione di questi vigneti devono essere generalmente quelli della zona affinchè non vengano compromesse le peculiarità principali e originali delle uve e del vino.

I Colli di Luni esiste anche in versione bianco e per la sua produzione sono necessarie le seguenti uve: il Vermentino, impiegato in una quantità che rientra in un minimo del 35%, il Trebbiano toscano utilizzato per il 25-40% ed, infine, l’ eventuale aggiunta di altre uve bianche della zona la il cui dosaggio rientra in un massimo del 30%. Infine, esiste anche i Colli di Luni Vermentino, un vino ligure prodotto con uve omonime Vermentino più l’eventuale aggiunta di ulteriori uve a bacca bianca della stessa zona, in un dosaggio che rientra in una percentuale pari al 10%.

http://www.maggiemaggi.com/Portals/0/Gallery/Album/26/Colli%20di%20Luni%20Rosso%20BOSONI%20bassa.jpg

Vermentino Colli di Luni DOC Lunae Cantine Bosoni Etichetta Nera 0,75 lt.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


I Colli di Luni e le sue Caratteristiche Organolettiche

http://www.appuntidigola.it/wp-content/uploads/ottaviano-lambruschi-sarticola-2007.jpg

I Colli di Luni è un vino ligure che ha ottenuto il titolo di riconoscimento di Denominazione di Origine Controllata, meglio conosciuto con l’acronimo D.O.C. I Colli di Luni si divide in tre tipologie ognuno dei quali ha delle proprie caratteristiche organolettiche: Colli di Luni Rosso, Colli di Luni Bianco, Colli di Luni Vermentino.

I Colli di Luni Rosso tra le sue caratteristiche organolettiche può vantare la presenza di un colore rosso rubino più o meno carico, tendente al granato con l’invecchiamento. Ha un profumo delicatamente vinoso, con un ricordo di viola e di erba tagliata di fresco e un sapore

asciutto, fine e armonico. La sua gradazione alcolica minima è pari al 11,5% vol. Va servito ad una temperatura ambiente pari a 18-20° e si accompagna bene a grigliate, capretto, carni bianche, formaggi stagionati. Per poterlo degustare al meglio il Colli di Luni rosso deve sottostare ad un invecchiamento pari a 2-4 anni. Per ottenere una qualifica di Riserva deve invecchiare almeno 2 anni e deve avere una gradazione alcoolica pari a 12,5% vol.

Il Colli di Luni Bianco è un vino dal colore giallo paglierino più o meno carico. Ha un profumo delicato, con note di frutta a polpa bianca e fiori di campo. Il suo sapore è asciutto e sapido. La sua gradazione alcolica è pari ad un minimo di 11% vol. Va servito ad una temperatura ambiente pari a 10-12°C e va accompagnato da pietanze quali antipasti e piatti di pesce tipici della tradizione culinaria della regione. Per poterlo degustare al meglio, il Colli di Luni Bianco deve sottostare ad un invecchiamento pari a 12-18 mesi.

Il Colli di Luni Vermentino è un vino dal colore giallo paglierino più o meno carico. Ha un profumo delicato con note floreali e intenso e con un sapore asciutto, armonico, con retrogusto di mandorla. La sua gradazione alcolica minima è pari all’ 11,5% vol. Va servito ad una temperatura pari a 10-12°C e va accompagnato da pietanze qual antipasti magri, risotti con verdura, pasta al pesto, carni bianche, pesce alla brace o al cartoccio. L’invecchiamenti del Colli di Luni Vermentino deve essere pari ai 12-18 mesi.


  • Colli di Luni La denominazione Colli di Luni DOC comprende, in modo particolare, il Vermentino, la cui zona di produzione corrisponde a quell'area compresa all'interno di una fascia collinare che oscilla tra i 70 e...
  • http://coccaglioolioepeperoncino.files.wordpress.com/2010/09/franciacorta_festival.jpg La franciacorta è l’unica zona vitivinicola italiana che produce uno spumante D.O.C. . E’ una regione che si trova in provincia di Brescia, circondata dalle sponde del lago d’Iseo, e dai fiumi Oglio e...
  • vino rosso Il vino rosso è un ingrediente molto usato in cucina. Le ricette che lo vedono protagonista sono spesso a base di carne come il brasato, spezzatini e non solo. Esistono, però, anche dei primi e dei do...
  • come versare il vino Servire il vino è qualcosa di molto speciale che non può essere sottovalutato, possiede delle regole da rispettare sia per quanto attiene il galateo sia per quanto riguarda le diverse caratteristiche ...

Vermentino Colli di Luni DOC 2010 Terenzuola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,13€


Cantine Lunae Bosoni

La Cantina Lunae è situata al confine tra Toscana e Liguria e ha una tradizione radicata in un passato molto remoto, risalente probabilmente agli Etruschi, poi i Liguri e poi i Romani, i quali iniziarono a coltivare i vigneti. Lo scopo principale di questa cantina è quello di mantenere le caratteristiche originarie delle uve, stando attendi a non danneggiarne la qualità.

Tutto ciò richiede una grande passione e costanza nel lavoro dei viticoltori, dalla vendemmia all’imbottigliamento, all’affinamento in bottiglia. Il lavoro di viticoltura della Cantina Lunae Bosoni avviene nel massimo rispetto per l’ambiente circostante.


La Cantina di Ottaviano Lambruschi

La cantina di Ottaviano Lambruschi è un luogo caratterizzato dalla pulizia e dall’ordine, dalla presenza di vasi vinari di acciaio in cui è contenuta tutta la produzione. Il tutto viene unità alla passione e alla dedizione con cui i viticoltori e i gestori dell’azienda si occupano del loro lavoro.

L’amore misto alla modernità della cantina sono ingredienti utilizzati da Fabio Lambruschi, figlio di Ottaviano, il quale iniziò la sua prima esperienza negli anni ’70 acquistando due ettari di bosco in Costa Marina, creando così non solo un vigneto, ma anche un vino. L’esperienza del padre unita all’iniziativa del figlio, legata alla tradizione ma anche improntata vero la modernità, hanno creato un prodotto dalla qualità eccelsa rendendo concrete le ambizioni dell’azienda.


La Cantina Boriassi

La cantina Boriassi si occupa della produzione di vini di grande qualità, quali il Vermentino D.O.C Mezzaluna, il Linaro, il Lèvada, un vino rosso alquanto corposo, e il Colli di Luni: tutti garantiti da coltura biologica certificata. La storia di questa azienda ha inizio circa quattro secoli fa e va avanti da allora di generazione in generazione. Uno degli elementi principali di questa azienda vinicola è il Colli di Lumi, coltivato e lavorato con tanta passione e costanza, un vino che lo troviamo sia in versione rossa sia bianca, buono, profumato e dalla qualità eccelsa.




COMMENTI SULL' ARTICOLO