Cannonao

La varietà

Il Cannonao, o più comunemente chiamato Cannonau, è la varietà rossa più coltivata e vinificata della Sardegna con il 28 per cento delle superfici vitate dedicate a questa splendida uva.

La sua origine è tuttora incerta e al centro di un dibattito tra Spagna e Italia che se ne contendono la “proprietà”. Per lungo tempo infatti si è pensato che il Cannonau fosse la Grenache spagnola o addirittura l'Alicante, importati al tempo della dominazione degli Iberici sull'isola nel 1400, ma un recente studio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali dimostrerebbe che la varietà sia autoctona. Solo il test del DNA, se si farà, saprà dare la risposta definitiva alla controversia. Sono comunque molte le similitudini con la Grenache, e poche con l'Alicante, che fanno intuire una probabile origine spagnola. Il Cannonau ha un succo più dense e colorato e delle foglie più gialle.

Ha una buona vigoria, con sistemi dall'allevamento a potatura corta. Le rese sono alte e costanti, grazie anche ad una ottima resistenza alle avversità e ai parassiti. È anche un uva un po tardiva, cosi da adattarsi meglio al clima dell'isola.

È coltivata soprattutto nella zona orientale dell'isola e vinificata in purezza per la produzione della famosa denominazione Cannonau di Sardegna.

Cannonau

Piedirosso Campi Flegrei 2017 Matilde Zasso DOC

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,73€


I vini Cannonau

I vini prodotti con il Cannonau vedono quasi sempre una vinificazione in purezza dell'uva, grazie alle sue ottime qualità e potenzialità.

Si tratta generalmente di vini ricchi, pieni e piuttosto secchi con versioni di ottima qualità più sapide o abboccate; i toni sono di un bel colore rubino e gli aromi leggermente profumati. Nell'impatto olfattivo generalmente esprime frutti di bosco, rossi o neri, più o meno maturi, e spezie dolci o croccanti.

Molto dipende nei risultati dal produttore e dalla vinificazione, che comunque tende ad essere sempre più improntata verso la qualità già da qualche decennio a questa parte. A questo proposito, oltre alla denominazione generica Cannonau di sardegna, esistono anche due sottodenominazioni di ottima qualità, il Cannonau di Sardegna Jerzu e il Cannonau di Sardegna Capo Ferrato.


  • La Barbera La Barbera è un'uva autoctona italiana, originaria del Piemonte, tra le più conosciute e piantate uve rosse d'Italia fino agli anni 90 del novecento, quando “esplosero” le uve autoctone del sud, dove ...
  • Lavori in corso in un nuovo vigneto Anche se la maggior parte dei vigneti è già impiantata, ogni coltivatore deve necessariamente progettare i nuovi impianti, in relazione a molti fattori, inclusi il rimpiazzo dei vigneti vecchi ormai i...
  • Il grappolo Scientificamente il grappolo dell'uva è il prodotto dell'infiorescenza della pianta della vite, che raccoglie i frutti, detti acini e anche bacche.Per grappolo si intende tutta l'infiorescenza trasf...
  • un grappolo di Falanghina La Falanghina è una varietà molto antica, le cui origini sono abbastanza misteriose, ma con buona certezza possiamo ritenere che fosse coltivata già ai tempi dei Romani. Attualmente viene coltivata ...

Prunotto - Barbera d'Alba Doc, 750 Milliliters

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 4,11€)


Cannonao: Le aziende

Alcune ottime aziende si segnalano a livello nazionale e ultimamente internazionale per il loro Cannonau di estrema qualità.

Tra i migliori certamente l'azienda Jerzu Antichi Poderi con l'ottimo Cannonau di Sardegna Josto Miglior Riserva, di un eccellente purezza, con un bel colore granato. Splendida entrata di curry, cumino e zafferano che lascia poi il posto al boero, ai fichi secchi, al caramello e al cacao amaro. Alcolico, strutturato, da associare a piatti speziati e timballi di pasta. Sempre Antichi Poderi vinifica il Cannonau di Sardegna Chuèrra Riserva, splendido e animale, selvaggio all'inizio ma poi delicato con l'iris e la peonia, per tornare forte con il muschio e la resina. Ottimo in bocca, alcolico, sapido, con frutti neri, macchia mediterranea e toni marini. Un grande abbinamento con l'agnello alle erbe.

Ma Antichi poderi è uno specialista del Cannonau, e se ne consiglia tutta la gamma, dal Akratos al Marghìa.

Un'altra azienda da tenere bene a mente è la Vinicola Alberto Loi e il suo Cannonau di Sardegna Alberto Loi Riserva. E ancora Giampiero Puggioni e Santa Maria La Palma, o l'ottimo Gostolai o Ferruccio Deiana.



COMMENTI SULL' ARTICOLO