Cannonao

La varietà

Il Cannonao, o più comunemente chiamato Cannonau, è la varietà rossa più coltivata e vinificata della Sardegna con il 28 per cento delle superfici vitate dedicate a questa splendida uva.

La sua origine è tuttora incerta e al centro di un dibattito tra Spagna e Italia che se ne contendono la “proprietà”. Per lungo tempo infatti si è pensato che il Cannonau fosse la Grenache spagnola o addirittura l'Alicante, importati al tempo della dominazione degli Iberici sull'isola nel 1400, ma un recente studio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali dimostrerebbe che la varietà sia autoctona. Solo il test del DNA, se si farà, saprà dare la risposta definitiva alla controversia. Sono comunque molte le similitudini con la Grenache, e poche con l'Alicante, che fanno intuire una probabile origine spagnola. Il Cannonau ha un succo più dense e colorato e delle foglie più gialle.

Ha una buona vigoria, con sistemi dall'allevamento a potatura corta. Le rese sono alte e costanti, grazie anche ad una ottima resistenza alle avversità e ai parassiti. È anche un uva un po tardiva, cosi da adattarsi meglio al clima dell'isola.

È coltivata soprattutto nella zona orientale dell'isola e vinificata in purezza per la produzione della famosa denominazione Cannonau di Sardegna.

Cannonau

Birra in Franconia. Diario di viaggio alla riscoperta della tradizione brassicola francone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,97€
(Risparmi 1,93€)


I vini Cannonau

I vini prodotti con il Cannonau vedono quasi sempre una vinificazione in purezza dell'uva, grazie alle sue ottime qualità e potenzialità.

Si tratta generalmente di vini ricchi, pieni e piuttosto secchi con versioni di ottima qualità più sapide o abboccate; i toni sono di un bel colore rubino e gli aromi leggermente profumati. Nell'impatto olfattivo generalmente esprime frutti di bosco, rossi o neri, più o meno maturi, e spezie dolci o croccanti.

Molto dipende nei risultati dal produttore e dalla vinificazione, che comunque tende ad essere sempre più improntata verso la qualità già da qualche decennio a questa parte. A questo proposito, oltre alla denominazione generica Cannonau di sardegna, esistono anche due sottodenominazioni di ottima qualità, il Cannonau di Sardegna Jerzu e il Cannonau di Sardegna Capo Ferrato.


  • La Barbera La Barbera è un'uva autoctona italiana, originaria del Piemonte, tra le più conosciute e piantate uve rosse d'Italia fino agli anni 90 del novecento, quando “esplosero” le uve autoctone del sud, dove ...
  • Lavori in corso in un nuovo vigneto Anche se la maggior parte dei vigneti è già impiantata, ogni coltivatore deve necessariamente progettare i nuovi impianti, in relazione a molti fattori, inclusi il rimpiazzo dei vigneti vecchi ormai i...
  • Il grappolo Scientificamente il grappolo dell'uva è il prodotto dell'infiorescenza della pianta della vite, che raccoglie i frutti, detti acini e anche bacche.Per grappolo si intende tutta l'infiorescenza trasf...
  • un grappolo di Falanghina La Falanghina è una varietà molto antica, le cui origini sono abbastanza misteriose, ma con buona certezza possiamo ritenere che fosse coltivata già ai tempi dei Romani. Attualmente viene coltivata ...

YOOFAN Decanter Aeratore Vino, Aeratore e Supporto Vino, Accessori Vino Set da Regalo, Regalo Ideale per Natale e Vacanze.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€
(Risparmi 6€)


Cannonao: Le aziende

Alcune ottime aziende si segnalano a livello nazionale e ultimamente internazionale per il loro Cannonau di estrema qualità.

Tra i migliori certamente l'azienda Jerzu Antichi Poderi con l'ottimo Cannonau di Sardegna Josto Miglior Riserva, di un eccellente purezza, con un bel colore granato. Splendida entrata di curry, cumino e zafferano che lascia poi il posto al boero, ai fichi secchi, al caramello e al cacao amaro. Alcolico, strutturato, da associare a piatti speziati e timballi di pasta. Sempre Antichi Poderi vinifica il Cannonau di Sardegna Chuèrra Riserva, splendido e animale, selvaggio all'inizio ma poi delicato con l'iris e la peonia, per tornare forte con il muschio e la resina. Ottimo in bocca, alcolico, sapido, con frutti neri, macchia mediterranea e toni marini. Un grande abbinamento con l'agnello alle erbe.

Ma Antichi poderi è uno specialista del Cannonau, e se ne consiglia tutta la gamma, dal Akratos al Marghìa.

Un'altra azienda da tenere bene a mente è la Vinicola Alberto Loi e il suo Cannonau di Sardegna Alberto Loi Riserva. E ancora Giampiero Puggioni e Santa Maria La Palma, o l'ottimo Gostolai o Ferruccio Deiana.



COMMENTI SULL' ARTICOLO