Blanc des noirs

Introduzione

Tra Natale e tutte le feste del periodo invernale, compresa quella di Capodanno, gli spumanti sono ovviamente piuttosto gettonati e si possono trovare con enorme facilità presso tutti i supermercati e gli appositi negozi.

In realtà, molte persone, nel momento in cui hanno intenzione di accompagnare qualche pietanza a tavola o qualche piatto particolare con uno spumante di qualità, non sanno distinguere quale sia la bottiglia che valga effettivamente comprare da quella che, al contrario, non sia poi cosi conveniente per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo.

Certamente durante le feste lo spumante è una di quelle bevande che viene utilizzata maggiormente, anche perché un goccino di spumante per festeggiare, ad esempio, il nuovo anno, lo bevono proprio tutti, dai grandi ai bambini.

La scelta dello spumante, però, è un'operazione che deve essere effettuata con assoluta attenzione: infatti, molte persone associano le bollicine con uno spumante di qualità, ma si tratta di un'affermazione del tutto falsa.

Blanc des noirs

Obata Takeshi. Illustrations blanc et noir

Prezzo: in offerta su Amazon a: 67,15€
(Risparmi 11,85€)


Vinificazione

Blanc des noirs2 Anche se suona un po' come una presa in giro, c'è la possibilità di ricavare delle buone bottiglie di spumante utilizzando delle uve a bacca rossa.

Non è un'operazione impossibile, al di là di quello che la maggior parte senza una minima conoscenza del settore enologico, può pensare.

Non gira sempre tutto intorno alla colorazione dell'uva, ma spesso un ruolo centrale è occupato dalla metodologia di vinificazione.

In questa occasione, abbiamo delle uve nere che subiscono un processo di vinificazione in bianco, ovvero attraversano le medesime fasi lavorative relative alle uve bianche.

Ovviamente, un dettaglio importante per portare a termine tale operazione è rappresentato dalla qualità dell'uva.

Ad ogni modo, peculiarità della vinificazione in bianco è il fatto che non troviamo alcuna traccia della buccia delle uve utilizzate, dal momento che viene rimossa prima ancora che abbia inizio il processo di fermentazione.

  • Dom Perignon Se siete appassionati di champagne e, in generale, di enologia, vi si drizzeranno le orecchie all’ascolto di questi anni: 1985, 1988, 1988, 1990 e 1995. Non stiamo dando i numeri, ma semplicemente par...
  • vini Nei precedenti articoli si è trattato il tema degli abbinamenti tra vini e cibo. A questo punto può essere utile fare un riassunto. Il principio di base che si deve sempre tenere a mente è che i piatt...
  • champagne Lo Champagne è notoriamente un vino pregiato e delle grandi occasioni, ma si adatta molto bene a diversi momenti del pasto e della giornata. La scelta dello champagne deve tenere in considerazione l’u...
  • vino rosso Il vino in tutte le sue varianti, vino rosso, vino bianco, spumante e champagne si adatta a tutte le esigenze e le tasche. I prezzi oscillano tantissimo dai pochi euro a cifre esorbitanti per chi si v...

Puma, Basket Classic, Scarpe Sportive, Unisex, Nero/Bianco (Noir/Blanc), 46 EU

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,97€
(Risparmi 28,98€)


Caratteristiche

Questo termine di origine francese sta ad indicare, con una traduzione piuttosto approssimativa, un vino bianco dei neri.

In realtà, per chi è esperto del settore vinicolo ed è un amante degli spumanti, non sarà difficile capire che il termine “blanc de noirs” viene utilizzato per fare riferimento a quella categoria di spumanti che sono rappresentati da tutta una serie di vini bianchi che vengono realizzati contando solo ed esclusivamente su delle uve nere.

Stiamo parlando di uno champagne, quindi, che è formato solamente e in ogni caso da un uvaggio composto da Pinot nero e, insieme o in alternativa, anche da Pinot Meunier, ovvero da uva nere a succo bianco.

Si tratta di una delle quattro categoria più celebre e diffuse di spumanti: tra le varie caratteristiche che fanno riferimento a questo gruppo di spumanti, possiamo certamente sottolineare come si trovi in tanti casi all'interno di diversi champagne, dal momento che un buon numero di case produttrici hanno preso Bollinger's prestige cuvée Vieilles Vignes Françaises come punto di riferimento, innovando con una cuvée che sfrutta tutti e due i Pinot Noir e Pinot Meunier.

Questo vino bianco che, per la sua produzione, utilizza solo ed esclusivamente delle uve rosse, presenta anche un'altra interessante caratteristica.

Infatti, il termine Blanc de noirs veniva in origine impiegato per definire all'interno dello Champagne quel vino spumante che veniva realizzato sfruttando i “neri” Pinot Noir e/o Pinot Meunier, senza l'impiego delle uve bianche Chardonnay.

Inoltre, il mosto che si ottiene a partire dalle uve Pinot viene immediatamente estromesso dalle bucce, poco dopo l'operazione di pressatura: questa operazione ha lo scopo principale di non permettere che il vino assuma, nel corso del tempo, una colorazione rossastra.

Il vino rosato ad esempio, segue nella maggior parte dei casi questo procedimento di produzione: a dimostrazione di tale dettaglio, possiamo evidenziare come un gran numero di vini rosati californiani si caratterizzino per essere lanciati sul mercato fregiandosi dell'importante qualifica di “blanc de noirs”.


Curiosità

In alcuni casi, è importante sottolineare come si possa rinvenire, all'interno dello champagne, anche un mix tra Pinot Noir e Pinot Meunier: si tratta, in definitiva, degli unici due vini a base di uva nere il cui utilizzo è permesso per quanto riguarda la qualifica di AOC Champagne.

Nonostante il vino Bollinger sia particolarmente celebre per via del suo notevole gusto intenso e della sua natura estremamente corposa, in realtà si deve fare riferimento, per tali caratteristiche, più al sistema in cui si è provveduto a piantare le uve che altro.

E' di particolare importanza anche il sistema che prevede la raccolta delle uva stesse.

Si tratta di due caratteristiche (piantagione e raccolta) che sono più importanti di ogni altra proprietà all'interno degli champagne che appartengono alla categoria “blanc de noirs”.

In realtà, in numerose occasioni, gli champagne che rientrano in questa particolare categoria si caratterizza per avere pochissime differenze dal cuvée compresa anche una piccola porzione di Chardonnay.


Blanc des noirs: Curiosità

In alcuni casi, è importante sottolineare come si possa rinvenire, all'interno dello champagne, anche un mix tra Pinot Noir e Pinot Meunier: si tratta, in definitiva, degli unici due vini a base di uva nere il cui utilizzo è permesso per quanto riguarda la qualifica di AOC Champagne.

Nonostante il vino Bollinger sia particolarmente celebre per via del suo notevole gusto intenso e della sua natura estremamente corposa, in realtà si deve fare riferimento, per tali caratteristiche, più al sistema in cui si è provveduto a piantare le uve che altro.

E' di particolare importanza anche il sistema che prevede la raccolta delle uva stesse.

Si tratta di due caratteristiche (piantagione e raccolta) che sono più importanti di ogni altra proprietà all'interno degli champagne che appartengono alla categoria “blanc de noirs”.

In realtà, in numerose occasioni, gli champagne che rientrano in questa particolare categoria si caratterizza per avere pochissime differenze dal cuvée compresa anche una piccola porzione di Chardonnay.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO