Champagne dolce

Esiste lo Champagne dolce?

È chiaramente la prima domanda che molti viene in mente, visto che tutti gli Champagne conosciuti sono comunque dei vini secchi.

La risposta è si, lo Champagne dolce esiste, ma è rarissimo in quanto è un prodotto con pochissimo mercato, anche se in verità, fino alla fine dell'ottocento, lo Champagne era invece quasi esclusivamente dolce.

Come visto più volte infatti, lo Champagne che si vendeva dal Rinascimento in poi, era quasi tutto destinato alle spedizioni in Inghilterra, dove veniva addizionato con dello zucchero a causa del suo basso grado alcolico. Va da se allora che il vino risultasse sempre dolce, anche se con un grado alcolico maggiorato.

Il problema per quel tipo di Champagne si pose da una parte. con i grandi miglioramenti nella navigazione che agli inizi del novecento ormai era molto più sicura e permetteva quindi di importare a prezzi molto più vantaggiosi rispetto al passato i vini verso la Gran Bretagna; dall'altra parte i gusti degli inglesi sono sempre stati propensi ai vini secchi e molto secchi.

Fu così che, se fino a un certo punto della storia gli Inglesi si dovettero “accontentare” di quello che passava il convento, ovvero la Francia, con l'espansione dei mercati e le nuove tecnologie nella costruzione delle navi mercantili, furono in seguito i Francesi a doversi adeguare ai gusti britannici che richiedevano dei vini secchi da potersi bere durante i pasti.

Fu così che dopo aver festeggiato per due secoli con dello Champagne dolce, dalla fine dell'ottocento, inizi del novecento, tutta la produzione del vino si era concentrata sulla tipologia secca e le sue variabili.

Lo Champagne

Moet & Chandon Champagne, L.1,5 Magnum Ast.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 89€


I primi Champagne secchi e gli ultimi dolci

Abbinamenti per lo Champagne dolce Fu Perrier-Joüet il primo a spedire, alla metà dell'ottocento, le prime casse di vino effervescente secco a Londra. Inizialmente e forse un po paradossalmente questo Champagne secco non ottenne grandi favori dal pubblico inglese, e la consacrazione definitiva avvenne solo con il volgere del secolo, quando dopo due secoli di vini dolci dalla Champagne, gli Inglesi iniziarono a pasteggiare con questo vino nella tipologia secca, preferendolo spesso ai Claret del Bordolese. Questi ultimi, nell'immaginario collettivo, erano ancora i secchi preferiti sia tra i nobili che, nelle produzioni di scarsa qualità, dal popolo. Da considerare anche che nei secoli passati era normale pasteggiare con vini dolci, di tutte le tipologie e uve.


  • tappo che scoppia Ci sono bottiglie diverse da tutte le altre, in maniera profonda e completa; bottiglie che più che un vino contengono un modo di essere, un’icona, una tradizione. Ci sono vini e vini, spumanti e spuma...
  • Dom Perignon Se siete appassionati di champagne e, in generale, di enologia, vi si drizzeranno le orecchie all’ascolto di questi anni: 1985, 1988, 1988, 1990 e 1995. Non stiamo dando i numeri, ma semplicemente par...
  • brindisi champagne Lo Champagne, nonostante sia considerato un vino esclusivo e molto costoso, viene utilizzato non così raramente in diverse ricette. Si tratta di ricette non da tutti i giorni, che hanno qualcosa di sp...
  • vini Nei precedenti articoli si è trattato il tema degli abbinamenti tra vini e cibo. A questo punto può essere utile fare un riassunto. Il principio di base che si deve sempre tenere a mente è che i piatt...

Miniatura Veuve Clicquot Champagne & Dolci Vassoio di Vimini - Idee Regalo Per-Natale, compleanno, matrimonio, anniversario, impegno, giorno di San Valentino, Pensionamento, lui, lei, Grazie,18°,21°,30°,40 °,50 °,60 °,70 °,80 °,90 °,100 °

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,95€


Lo Champagne dolce oggi

Oggi lo Champagne dolce è un'autentica rarità anche molto snobbata da tutte le case. I prezzi sono decisamente bassi, e la richiesta è risibile.

La piccola azienda Dubois produce lo Champagne Cuvée du Redempteur dolce, da un perfetto ed equilibrato assemblaggio delle tre uve autorizzate. Sembra un vino invecchiato, ma non lo è. Da abbinare naturalmente ai dessert, mentre il prezzo non arriva ai 15 euro, decisamente basso per uno Champagne.

Un altro Champagne dolce da acquistare è il Cattier Brut 1.er Cru con il 75% di Pinot Noir e il restante di Chardonnay. Gusti classici e fruttati di Pinot Noir con una nota fragrante di biscotto. Anche qui il prezzo è decisamente basso.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO